Paura per Cole, furto in casa dell’ex calciatore: i ladri hanno minacciato di tagliargli le dita

Ashley Cole e la sua famiglia ricordano gli attimi di paura, vissuti due anni fa, davanti a un giudice. Nelle scorse ore, c’è stata infatti l’udienza davanti al Nottingham Crown Court per la rapina subita dalla famiglia dell’ex giocatore. L’ex terzino sinistro, oggi collaboratore tecnico dell’Everton e della Nazionale Under-21 inglese, è stato vittima di una violenta effrazione nella sua casa di Fetcham, nel Surrey, nel gennaio 2020. I ladri si sono introdotti nell’abitazione mentre l’ex Chelsea, la compagna e i figli si trovavano in casa. I malviventi hanno minacciato di tagliare le dita a Cole. 

La rapina in casa Cole nel gennaio 2020

Al Nottingham Crown Court è stato detto che l’ex giocatore è stato legato con delle fascette da un gruppo di rapinatori. I ladri si sono introdotti nella casa di Cole grazie a una mazza e, dopo aver legato l’ex terzino, hanno chiesto gioielli e orologi.

cole

I malviventi hanno ripetutamente minacciato di torture l’ex Roma. Uno degli uomini, che era armato di pinze, continuava a dire ai complici: “Tagliamogli le dita”. Le mani di Cole erano state anche cosparse di Febreze, nell’apparente tentativo di distruggere le prove di DNA.

Le accuse del pubblico ministero

Il gruppo, composto da massimo sei uomini, è poi fuggito dall’abitazione quando è arrivata la polizia. La compagna dell’ex giocatore, Sharon Canu, era riuscita a nascondersi in un armadio e a chiamare i servizi di emergenza. Anche i due figli piccoli della coppia erano in casa al momento della rapina.

Gli agenti hanno poi identificato e arrestato tre sospettati. Si tratta di Kurtis Dilks, Ashley Cumberpatch e Andrew MacDonald, accusati di aver fatto irruzione anche in casa dell’ex centrocampista del Tottenham Tom Huddlestone. 

Il pubblico ministero Michael Brady QC ha detto alla corte che gli imputati erano “in misura maggiore o minore coinvolti in una serie di furti con scasso e rapine violente estremamente gravi, di alto profilo, accuratamente pianificate e, a volte, eseguiti senza pietà. In alcune occasioni questi reati hanno portato al furto di oggetti per un valore di centinaia di migliaia di sterline. La presenza dei capifamiglia- ha sottolineato infine Brady – non ha scoraggiato questi imputati. Erano armati per sottometterli. La presenza dei bambini inoltre non li turbava”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA