Noble di nome e di fatto: il capitano del West Ham ripulisce lo spogliatoio dopo la vittoria

Mark Noble è nato l’8 Maggio 1987, e da quando ha 17 anni (tranne una stagione e mezza in prestito tra Hull City e Ipswich Town) milita nel West Ham, la squadra per cui ha sempre fatto il tifo. 18 anni di battaglie, gioie (poche) e tanti dolori, come la clamorosa retrocessione della stagione 2011. Adesso che gli Hammers sono tornati in auge in Premier League ed in Europa, il veterano non ha cambiato le sue abitudini, e da buon capitano ne ha dato ancora una volta dimostrazione dopo la vittoriosa trasferta dei suoi sul campo del Lione.

Il gesto di Noble

C’è modo e modo di affrontare una vittoria, ma farlo nel modo di Mark Noble ha un sapore decisamente particolare. Il suo West Ham giovedì sera ha sconfitto con un perentorio 0-3 il Lione nel ritorno dei quarti di finale di Europa League, e per il 35enne centrocampista l’emozione è stata grande, anzi grandissima. Ma non gli ha impedito di mostrare ancora una volta tutta la sua umiltà ed educazione. Dopo essersi commosso per la semifinale raggiunta infatti, il capitano degli Hammers si è reso protagonista di un gesto che pochi altri avrebbero compiuto.

Il capitano ripulisce gli spogliatoi

Ciabatte, asciugamano alla vita e spazzolone in mano. È stato immortalato così il veterano del West Ham dopo la partita, in immagini pubblicate anche dai profili social del club. Noble si è messo a ripulire lo spogliatoio del Parc Olympique Lyonnais da cima a fondo dopo il giustificato disordine successivo ai festeggiamenti per l’impresa compiuta in terra francese. Qualcosa che è più di un gesto, e che vuole essere un messaggio ed un esempio: nella vita le vittorie contano, certo, ma talvolta valori come educazione e rispetto contano decisamente di più.

Il post del West Ham

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA