Il Barcellona non giocherà al Camp Nou nella stagione 2023/24

Il Barcellona non giocherà al Camp Nou nella stagione 2023-24. Il club ha confermato infatti che i lavori di ristrutturazione dello stadio partiranno in estate. Nonostante i lavori prenderanno il via tra pochi mesi, il club ha garantito che la prima squadra giocherà al Camp Nou durante la stagione 2022/23, ma dovrà trasferirsi per la stagione successiva.

Dove giocherà il Barcellona nella stagione 2023/24

L’impianto dei blaugrana, inaugurato il 24 settembre 1957, è uno degli stadi di calcio più riconoscibili e più grandi. Con i suoi 99.354 posti, è il quarto stadio più grande di questo sport. Il Barcellona dovrà abbandonarlo per una stagione e si trasferirà allo Stadio Olimpico Lluis Companys che, per grandezza, è il secondo impianto sportivo della città catalana. Dal 1997 al 2009 ha ospitato i rivali cittadini dei blaugrana, i Periquitos dell’Espanyol. Quest’ultimo si è poi trasferito al RCDE Stadium e, da allora, lo Stadio Olimpico è rimasto vuoto.

La struttura può ospitare fino a 60.713 tifosi, il Barcellona potrà quindi accogliere un buon numero di tifosi. I lavori al Camp Nou, invece, continueranno anche durante la stagione 2024/25. La capacità sarà quindi ridotta del 50% e lo stadio non tornerà alla piena capacità per due stagioni.

Il Barcellona non giocherà al Camp Nou

La conferma dell’inizio dei lavori arriva dalla società blaugrana tramite una nota ufficiale: “Il sindaco del Barcellona, ​​​​Ada Colau, e il presidente dell’FC Barcelona, ​​​​Joan Laporta, sono apparsi questa mattina nella sala stampa del municipio di Barcellona subito dopo la Commissione Direttiva del Consiglio Comunale aveva approvato il rilascio di un permesso per ristrutturare il Camp Nou. I lavori di ristrutturazione del Camp Nou, epicentro del progetto Espai Barça, inizieranno a giugno, non appena la stagione calcistica sarà terminata, e in conformità con la concessione edilizia approvata questa mattina”.

il presidente del Barcellona Laporta

Il club ha spiegato infine come mai si trasferiranno nella stagione 2023-24 e non nella prossima: “Come ha detto il presidente Joan Laporta poche settimane fa, date le incertezze generate dalla guerra in Ucraina, soprattutto per quanto riguarda il costo e la disponibilità dei materiali, è da osservare un principio di precauzione al fine di ridurre al minimo i rischi e salvaguardare i ricavi della prossima stagione, ma con il minor impatto possibile sul programma dei lavori. La demolizione del terzo livello andrà quindi avanti nell’estate del 2023, si guadagnerà tempo vista l’attuale incertezza dei prezzi e si garantirà che il Camp Nou possa funzionare praticamente a pieno regime la prossima stagione”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA