Rangnick nuovo ct dell’Austria, ma resterà consulente dello United: tifosi Red Devils furiosi

C’è l’ufficialità, Ralf Rangnick sarà il nuovo ct dell’Austria. Il tedesco ha firmato un contratto biennale con la Federazione austriaca per sostituire il connazionale Franco Foda, dimessosi il mese scorso a seguito della mancata qualificazione ai Mondiali di quest’anno in Qatar.

Rangnick nuovo ct dell’Austria, ma resterà consulente dello United

L’allenatore ad interim del Manchester United si unirà all’Austria a fine maggio per le partite della Nations League, contro Croazia, Danimarca e Francia e il suo contratto con la Nazionale sarà automaticamente prorogato di ulteriori due anni in caso di qualificazione a Euro 2024. Il club di Premier League, però, ha confermato che il 63enne combinerà il suo nuovo lavoro con il suo ruolo di consulente all’Old Trafford. 

rangnick

E sì, perché il caro Rangnick quando ha sostituito Ole Gunnar Solskjaer ha accettato di essere l’allenatore ad interim del club, ma ha anche firmato un accordo biennale come consulente. Il contratto prevede che il suo nuovo ruolo in casa Red Devils prenda il via quando verrà sostituito da Erik ten Hag in panchina. La società inglese ha spiegato che non ci saranno cambiamenti, Rangnick rimarrà consulente del club, ma avrà anche il lavoro in Austria. Una notizia che ha creato non poche perplessità tra i tifosi, ma che ha generato anche rabbia. 

Solskjaer seggiolini Old Trafford

Perché l’Austria dovrebbe assumere un uomo che non è riuscito a ribaltare la triste stagione del club inglese? La domanda dei sostenitori Red Devils sorge spontanea. Il tedesco ha preso le redini dello United per risollevare le sorti della squadra, ma il cambiamento tanto pubblicizzato e sperato non c’è stato. Ole Gunnar Solskjaer ha lasciato il club al settimo posto in classifica, e a 12 punti dalla vetta occupata allora dal Chelsea; ora i Red Devils sono sesti e a 25 punti dal City, capolista. 

Perplessità e rabbia tra i tifosi United

Come fa ad avere un lavoro?!, si chiede dunque qualcuno. Ma c’è anche chi lo etichetta come un “serpente”. Altri sostenitori del club non capiscono invece come mai debba rimanere al comando della squadra nelle ultime tre partite del club: Non capisco, perché è ancora allo United? Spreco di denaro e tempo perché non riesco a vedere il suo potenziale. Buona fortuna all’Austria”, seguito dall’emoji di un bidone. 

C’è poi chi accusa Rangnick di aver usato il club come un trampolino di lancio, ma anche chi crede che questa situazione dimostri in pieno che la società è allo sbando: Questo mostra quanto siamo caduti in basso, un consulente che ha un altro lavoro a tempo pieno e lo farà sei giorni al mese”. Non mancano le preoccupazioni, c’è infatti chi si chiede come riuscirà ad equilibrare i due ruoli: “Onestamente non riesco a capire come possa funzionare. Come può mettere il 110% di impegno in entrambi i lavori?”.

Rangnick, nel frattempo, è entusiasta per il nuovo ruolo: “È un onore per me assumere il ruolo di allenatore dell’Austria. La prospettiva di disputare gli Europei in Germania con una squadra giovane, affamata e di successo mi riempie di grande attesa”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA