Lingard in panchina per la sua ultima partita all’Old Trafford, il fratello attacca: “United club senza classe”

Il fratello di Jesse Lingard attacca il Manchester United. Il contratto del centrocampista scadrà a fine stagione e non si parla di rinnovo. Sembra sempre più probabile quindi che il 29enne, nelle prossime settimane, lascerà Old Trafford. Il giocatore, che nella scorsa stagione aveva impressionato tutti con le sue prestazioni al West Ham, ha collezionato solamente 22 presenze in tutte le competizioni quest’anno e, la maggior parte di queste, non da titolare.

Lo United, nelle scorse ore, ha affrontato il Brentford. L’ultimo match della stagione a Old Trafford per il club, l’ultimo match in casa e da giocatore Red Devils per Lingard. L’allenatore ad interim Ralf Rangnick, però, ha deciso di non concedergli minuti e l’ha lasciato in panchina. 

Il fratello di Lingard attacca lo United

Una decisione che non è piaciuta al fratello del giocatore, Louie Scott. Il giovane ha pubblicato un post sui social e ha etichettato il Manchester United come un club “senza classe”. Lingard è cresciuto nelle giovanili del club ed è un giocatore Red Devils da ben 20 anni. 

Secondo il fratello, meritava un trattamento diverso e avrebbe dovuto ricevere il saluto del pubblico dell’Old Trafford: “20 anni di sudore di sangue e lacrime, 4 trofei nazionali, 3 gol finali di coppa, nemmeno un addio – ha scritto Scott nelle sue storie su Instagram – Non c’è da stupirsi che sia in Conference League l’anno prossimo. Attaccate i giocatori per le celebrazioni quando i club vengono venduti alla Super League ok….Siete gestiti da persone che non conoscono nemmeno la regola del fuorigioco. Senza classe e i tifosi devono rendersene conto. Sei lì da quando avevi nove anni e non hai nemmeno ricevuto un saluto!!! Ben fatto fratello, la tua famiglia è orgogliosa”.

Il futuro di Lingard

Il fratello del giocatore non è stato l’unico a criticare la scelta di Rangnick e del club sui social. Secondo diversi tifosi, infatti, lo United ha avuto un comportamento poco rispettoso nei confronti del 29enne.

Lingard potrebbe giocare nelle ultime due trasferte di Premier League contro Brighton e Crystal Palace, ma non riceverà comunque il saluto del pubblico dell’Old Trafford. Il 29enne è già seguito da Milan e Juventus, ma i due club italiani devono affrontare la forte concorrenza di una serie di club della Premier League, come Newcastle e West Ham. 

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA