Shevchenko rivela: “Ho perso la voglia di lavorare nel calcio…”

La guerra in Ucraina prosegue senza sosta mentre il resto del mondo resta in attesa di nuovi sviluppi. Anche il mondo dello sport, ovviamente, deve fare i conti con gli ultimi avvenimenti. Chi da mesi sta spendendo tempo, soldi ed energie per la sua patria è l’ex attaccante Andrij Shevchenko

 Andrij Shevchenko

Shevchenko e il suo impegno per l’Ucraina

Dal maxi schermo dello stadio San Siro fino al piccolo schermo, Shevchenko non perde occasione per sensibilizzare più gente possibile nell’aiutare il popolo ucraino. Dopo essere stato ospite a Che Tempo Che fa, qualche giorno fa ha partecipato al programma di Silvia Toffanin, Verissimo, dove ha raccontato il suo stato d’animo per le sorti della sua terra: “È una situazione molto difficile, soprattutto le prime settimane sono state complicate. È stato uno shock, mai avrei pensato che la Russia potesse iniziare una guerra contro di noi. Come si fa a vivere quando ogni giorno muoiono bambini e civili sotto gli attacchi dei missili nemici”.

Shevchenko: “Una visita di Papa Francesco potrebbe aiutare “

Ai microfoni della conduttrice, Shevchenko ha auspicato una visita del Santo Padre, sottolineando quanto possa essere d’aiuto un suo intervento in questo momento: Sicuramente la visita del Pontefice in Ucraina sarebbe molto utile, ma in questo momento il miglior aiuto consiste nel cercare di dare una possibilità di difenderci e accogliere i rifugiati, soprattutto donne e bambini”.

La famiglia e il calcio

Sin dall’inizio di questo conflitto, Shevchenko ha spesso parlato della sua famiglia in Ucraina con molta preoccupazione, raccontando la difficoltà di convincere sua madre a lasciare la sua terra: “All’inizio non c’è stato verso di convincere mia mamma ad andarsene. Poi, dopo 21 giorni, le sue condizioni fisiche sono peggiorate e quindi mia sorella l’ha portata via con sé. Adesso sono in Italia”.

Dopo la non troppo fortunata esperienza come allenatore del Genoa, Sheva non riesce, per ora, a pensare al calcio e dichiara: “In questo momento sono concentrato solo sui progetti per aiutare il mio Paese. Spero che possa tornare la pace e la gente nelle loro case. Solo a quel punto vorrei mi tornasse la voglia di rientrare nel calcio”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA