Fabregas non lascia, anzi, è pronto a ripartire…dalla Seconda Divisione spagnola

Dal 30 Giugno scorso Cesc Fabregas è ufficialmente svincolato dopo aver concluso la sua esperienza con il Monaco. Nelle scorse settimane si era parlato di un possibile addio al calcio del centrocampista ex Arsenal, Chelsea e Barcellona, anche se lui stesso aveva sempre smentito questa eventualità. E dalla Spagna rimbalza la voce seconda la quale ora sarebbe in trattative avanzate con una squadra della Segunda Divisiòn iberica. È stato il presidente del club in questione a rivelare l’esistenza della trattativa.

Fabregas riparte dalle Canarie?

Ci potrebbero essere le Isole Canarie, e più precisamente la città di Las Palmas nel futuro di Cesc Fabregas. Il club spagnolo, quarto nell’ultima edizione della Segunda Divisiòn, è in trattative per ingaggiare il centrocampista campione del mondo e d’Europa con le Furie Rosse, con il presidente Miguel Angel Ramirez in prima linea per convincerlo ad accettare la proposta. “Le possibilità che Cesc si unisca a noi sono del 40%“, ha dichiarato all’emittente Onda Cero il numero uno del club canarino, il quale ha poi aggiunto: “Si è comportato da gentiluomo nei colloqui con noi“.

Fabregas sull'Italia

L’asso nella manica

Ramirez ha poi spiegato che l’operazione Fabregas non è ovviamente delle più semplici, soprattutto per il blasone del giocatore: “Convincere un vincitore della Coppa del Mondo a giocare in seconda divisione è molto complicato – ha detto – ma dal punto di vista sportivo siamo chiaramente una buona opzione per lui“. Poi ha svelato di avere un asso nella manica da giocarsi: “Il nostro staff tecnico è lo stesso che ha cresciuto Cesc nelle giovanili del Barcellona, questo è un punto a nostro favore…“.

Fabregas e i consigli

Poi ha concluso: “Abbiamo una concorrente di un altro campionato che gli offre condizioni diverse, forse migliori. Vediamo cosa succederà. Ci aspettiamo di avere sue notizie entro le prossime 48 ore“.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA