Kirkland e la dipendenza da antidolorifici: “È molto diffusa nel calcio. Io ad un passo dal suicidio”

L’ex portiere del Liverpool e della Nazionale Inglese Chris Kirkland ha rilasciato una lunga intervista al Times in cui ha parlato della sua dipendenza da antidolorifici. Un problema che sarebbe molto comune nel mondo del calcio e che lo ha portato sull’orlo del suicidio. Solo dopo lunghe riabilitazioni e grazie all’affetto della sua famiglia, il 41enne ora sembra esserne fuori. La sua storia potrebbe essere di aiuto a molti.

Il dramma di Kirkland

L’ex portiere ha raccontato di aver combattuto la dipendenza da antidolorifici iniziata dopo aver sofferto di problemi alla schiena durante la sua carriera. La depressione purtroppo alla fine ha preso il sopravvento. Il momento più difficile, quando in Portogallo con il suo ultimo club, il Bury, si è ritrovato sul bordo di un tetto in preda ad allucinazioni e ansie, ad un passo dal togliersi la vita: “Stavo per saltare, ma ho sentito Leeona (moglie) e Lucy (figlia) tirarmi indietro da lontano“, ha dichiarato al Times.

Una dipendenza diffusa nel calcio

Kirkland ha continuato a combattere la dipendenza negli anni a venire e ha voluto raccontare la sua storia dopo quanto capitatogli quest’anno, quando per dei dolori alla schiena ha acquistato dei medicinali sul web, provenienti dall’India: “È stata l’esperienza più orrenda che abbia mai avuto in vita mia, stavo per morire. La mattina dopo ho buttato tutto nello scarico“. L’ex portiere ha poi dichiarato che questo tipo di dipendenza è molto diffusa nel mondo del calcio: “Ci sono giocatori che non dicono nulla perchè hanno paura delle ripercussioni. Se non giocano non vengono pagati, non tanto al livello più alto ma in League One o League Two“.

Dopo vari periodi di riabilitazione e disintossicazione, Kirkland spera di aver chiuso per sempre con gli antidolorifici. Aprirsi con familiari, amici e anche gente comune: “Non ci si può aiutare da soli, si deve chiedere aiuto“.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA