Arrivabene rivela: “Il mercato mi affascina ma a volte Cherubini mi dice ‘ma sei ubriaco?'”

In un’intervista a Tuttosport il dg della Juventus Arrivabene ha raccontato come si decidono le strategie aziendali in casa bianconera. Nel suo racconto ha anche rivelato un simpatico aneddoto riguardante lui e il ds Cherubini.

Arrivabene racconta come nasce il mercato della Juve

“Come nasce un’operazione di mercato? Senza un protocollo preciso, perché sono tutte un po’ differenti – spiega Arrivabene – . Non c’è Maurizio, Federico, Pavel o Allegri che determinano una strategia. C’è un tavolo intorno al quale ci si mette e innanzitutto si valutano i numeri, perché oggi hanno una certa importanza, e da lì, insieme, si decide quale sarà la strategia”.

La dirigenza della Juventus al completo
La dirigenza della Juventus al completo

Idee differenti ma stesso obiettivo: C’è chi vorrebbe comprarsi il mondo, chi è più prudente, però alla fine siamo molto uniti. Nel senso che si esce da quella stanza dopo ore di discussione condividendo assolutamente il nostro approccio sul mercato. Il silenzio sul mercato è frutto del nostro stile, ci muoviamo senza enfasi, ma a partire dal presidente sappiamo esattamente cosa vogliamo e come ottenerlo con una grande attenzione alla sostenibilità”.

Arrivabene e il simpatico siparietto con Cherubini

Il dirigente bianconero ha più volte candidamente ammesso di non essere un conoscitore di calcio ma a Tuttosport ha rivelato di essere affascinato dal calciomercato: “A sentire in giro, abbiamo comprato tutti e venduto tutti… Però, sono sincero, questo racconto del mercato mi affascina anche un po’. Ogni tanto leggo o vedo in tv dei nomi che non avevo mai sentito nelle nostre riunioni, quindi chiamo Cherubini per chiedergli: ma davvero stiamo trattando quel giocatore? Al che lui mi risponde: ‘Hai bevuto?’. Scherzi a parte, cade dalle nuvole”.

Maurizio Arrivabene direttore generale della Juventus

Arrivabene ammette di non poter fare a meno del supporto del suo direttore sportivo: “Comunque la narrazione del calciomercato vissuta all’interno della società ha risvolti comici e quasi surreali. Il mercato è veramente impegnativo. Vedo Tognozzi, Manna e Cherubini che sono in continuazione al telefono: 24 ore su 24. D’altra parte non abbiamo solo la prima squadra. E non ci sono solo gli acquisti, ma anche le uscite. Quello che mi sconvolge del mercato è che una cosa certa un giorno può diventare impossibile il giorno dopo. Non pensavo fosse così impegnativo. Non oso dire a Federico: ‘Quando ti prendi un giorno libero?’. Perché da solo non saprei come fare“.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA