Meunier punzecchia Neymar: “Ha perso la magia”. Il brasiliano risponde stizzito

La nuova stagione sta per iniziare, e il Paris Saint Germain comincerà l’ennesima campagna alla ricerca della tanto agognata Champions League, che nonostante le spese folli degli ultimi anni non è mai arrivata dalle parti del Parco dei Principi. Neymar sembra essere ancora al centro del progetto dei parigini, anche se la presenza di Messi e soprattutto il maxi rinnovo di Mbappè sembrerebbero averlo messo un po’ in disparte. Superati i 30 anni, qualcuno si chiede se l’attaccante brasiliano possa realmente essere considerato uno dei migliori giocatori di questa epoca. E secondo l’ex compagno di squadra Thomas Meunier la parabola di O’Ney sarebbe in fase discendente.

Il parere di Meunier

Il difensore belga, che di Neymar è stato compagno per 3 anni al Paris Saint Germain prima di passare nel 2020 al Borussia Dortmund, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Kicker, alcune delle quali proprio riguardo il brasiliano: “Ero un grandissimo fan di Neymar quando ancora giocava al Barcellona“, ha spiegato il terzino. “La remuntada è tutta roba sua. Avessi avuto 10 anni, avrei avuto sicuramente un suo poster a casa”. Poi arriva la frecciata: “Ma a Parigi, dal mio punto di vista, ha perso la sua magia“.

La risposta di Neymar

Le parole dell’ex compagno di squadra non sono decisamente piaciute a Neymar, che sotto un post dell’account Instagram Voce Sabia Futebol che riportava proprio le frasi incriminati di Meunier ha risposto in maniera secca ma molto eloquente: “Questo ragazzo parla troppo…“, ha sentenziato.

Le frecciate nei confronti di Neymar (che a Ottobre verrà anche processato per irregolarità nel suo passaggio dal Santos al Barcellona) arrivano quotidianamente, e adesso anche dal cosiddetto “fuoco amico”. Riuscirà il brasiliano a trasformare tutto questo in cattiveria agonistica e a guidare il Psg verso grandi vittorie mettendo a tacere le critiche?

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA