Champions, cori pro Putin dei tifosi del Fenerbahce nella sfida contro la Dinamo Kiev. La Uefa apre indagine

Si sono giocate mercoledì le gare di ritorno del secondo turno di qualificazione alla prossima Champions League. Tra le tante sfide in programma spiccava un nobilissimo Fenerbahce-Dinamo Kiev, gara vinta ai supplementari dagli ospiti per 1-2. Comprensibile la gioia degli ucraini, tornati al calcio giocato dopo mesi terribili di guerra e distruzione. Decisamente incomprensibili invece i cori pro Putin dei tifosi turchi, che hanno inneggiato al presidente russo durante tutto il match. La Uefa ha deciso di aprire un’inchiesta.

I cori pro Putin

La commissione disciplinare della Uefa ha annunciato l’apertura di un procedimento dopo che mercoledì sera nel corso del match di Champions League fra il Fenerbahce e la Dinamo Kiev, vinto dagli ospiti, alcuni supporter della squadra del Bosforo hanno inneggiato al presidente russo. L’episodio ha fatto scattare l’immediata protesta dell’ambasciatore ucraino in Turchia, Vasyl Bodnar, per il quale “è molto triste sentire le parole di sostegno dei sostenitori del Fenerbahce a favore dell’assassino e aggressore russo che ha bombardato il nostro Paese“.

Fenerbahçe
Cori pro Putin dei tifosi del Fenerbahce

La condanna del Fenerbahce

Il Fenerbahce ha condannato i cori dei suoi tifosi, sottolineando che tale comportamento “non rappresenta il nostro club” e ribadendo il “no alla guerra” già espresso dalla società turca all’inizio del conflitto. I turchi hanno inoltre ricordato l’amichevole con lo Shakhtar Donetsk dello scorso aprile, giocata per lanciare un messaggio di pace in Ucraina. Nella nota, il Fenerbahce ha anche posto l’accento sui “gesti esagerati” di alcuni giocatori avversari, dopo il primo gol della Dinamo Kiev al 58′, che avrebbero acceso gli animi sugli spalti.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA