Perisic rivela perché ha deciso di lasciare l’Inter: “Col Tottenham accordo in due giorni”

Ivan Perisic è pronto a scendere in campo per la prima gara di Premier League contro il Southampton. Esordio nella massima serie inglese per il croato, che a giugno ha lasciato l’Inter per unirsi al Tottenham. Il centrocampista, che è arrivato a Londra a parametro zero, a distanza di due mesi ha spiegato perché ha deciso di lasciare i nerazzurri e la Serie A. Il giocatore, in una lunga intervista a Sky Sports UK, ha anche sottolineato quanto sia stato semplice scegliere gli Spurs, anche grazie ai consigli di un amico, Luka Modric. 

Perisic: “Col Tottenham accordo in due giorni”

I primi contatti sono avvenuti a marzo, ma Perisic spiega cos’è che l’ha convinto davvero: “Il primo contatto con il Tottenham credo sia stato a marzo. Il secondo, invece, ad aprile, quando il posto nei primi 4 sembrava cosa fatta dopo la vittoria contro l’Arsenal. Voglio giocare in Champions e ho sempre desiderato avere l’opportunità di cimentarmi in un campionato come la Premier. Dopo che la squadra ha chiuso al quarto posto, ci siamo accordati in due giorni, è stato molto semplice”.

Il croato, a Londra, ha ritrovato Antonio Conte: “Con Conte ho cambiato posizione. All’inizio ho avuto bisogno di un po’ di tempo per adattarmi, si trattava di qualcosa di completamente nuovo dopo tanti anni da esterno offensivo, ma credo di aver fatto bene. In particolar modo lo scorso anno con Inzaghi, che ha mantenuto lo stesso assetto tattico. Ora questo ruolo mi piace. Tocco di più il pallone, mi ritrovo più spesso davanti alla porta e mi piace anche aiutare la difesa. Anche quest’anno penso che giocherò a sinistra, ma dipende dal mister. Se ha bisogno di me altrove, sono pronto ad accettare”.

Luka Modric decisivo per la scelta

Perisic rivela che il connazionale Luka Modric lo ha aiutato nella scelta: “La prima volta che ho parlato con il manager, in seguito ho chiamato anche Luka. Gli ho detto che c’era la possibilità di andare nel suo ex club e lui mi ha detto tante cose positive sulla società. Lui giocava nel vecchio stadio e si allenava nel vecchio campo di allenamento, ma ora qui è tutto nuovo, tutto è migliorato e più moderno. Gli ho chiesto il permesso di prendere il suo 14 e lui me l’ha dato, è stato divertente”.

Perisic

E il futuro? Ivan ha le idee chiare: Il mio desiderio è giocare fino a 40 anni e penso di essere ora nella fase migliore e posso ancora dare molto. Sono pronto. So che sarà dura. Seguo la Premier League da molti anni. So che il ritmo è serrato, ma come ho detto, sono pronto e ho lavorato sodo durante l’ultima stagione e mi stavo preparando per venire qui e per essere competitivo qui”. 

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA