Sarri: “Differenza con Mou? Lui è partito da Barcellona, io da Stia. C’è un bel c*** di differenza!”

In una lunga intervista al Corriere dello Sport, Maurizio Sarri si è raccontato, soffermandosi sul dualismo con l’allenatore dell’altra sponda José Mourinho. Due tecnici vincenti e caratterialmente forti, due sergenti di ferro ma con un approccio comunicativo diverso, probabilmente figlio del loro background, come ha spiegato lo stesso tecnico della Lazio al quotidiano romano.

Mau spiega la differenza con Mou

A me Mourinho sta anche simpatico – esordisce Sarri –. Le differenze dipendono in prevalenza dal punto di partenza, dalle origini. Io sono cresciuto tra i Dilettanti, gente di un altro livello, dove per vincere dovevo incidere tanto, e in modo feroce, per compensare i limiti dei singoli. Mourinho è partito dal Barcellona e ha investito molto sulla qualità dei giocatori. Tra Stia e Barcellona c’è un bel cazzo di differenza… E poi io sono toscano di monte. Come Luciano Spalletti”.

Sulla vittoria dello scudetto, Sarri vede favorita l’Inter ma sottolinea che ad oggi la Roma è la squadra che si è mossa meglio sul mercato. Poi ha spiegato di trovarsi bene a Roma: “Qui sto bene, mi piace l’ambiente, ho la possibilità soprattutto di divertirmi, perché sono cambiato anche io e ora il lavoro mi deve procurare divertimento. Mi piace anche la gente laziale, da fuori mi ero fatto un’idea completamente sbagliata. Il 99% sono famiglie e giovani. E poi, lavorare in un club che non appartiene a un fondo, ma a una famiglia, mi dà gusto. Anche se mi rendo conto delle difficoltà economiche che si possono incontrare, con minori risorse“.

sarri di fronte alla curva nord
Sarri di fronte alla Curva Nord

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA