Furiosa lite Montella-Balotelli dopo la partita dell’Adana. I due divisi da staff e compagni

Atmosfera rovente e nervi piuttosto tesi fra Vincenzo Montella e Mario Balotelli, dopo la partita fra l’Adana Demirspor e l’Umraniye, finita 1-0 a favore della squadra allenata dall’ex attaccante di Roma, Genoa e Samp, e per la quale gioca il centravanti ex della nazionale. I due si sono resi protagonisti di un violento alterco verbale, ripreso dalle telecamere dello Yeni Adana Stadyumu. Membri dello staff, dirigenti e giocatori hanno separato i “litiganti” evitando guai peggiori.

Tensione Montella-Balotelli

Vittoria per 1-0 (la terza nelle prime quattro giornate della SuperLig turca) e secondo posto momentaneo in classifica, eppure in casa Adana Demirspor il clima non è decisamente dei più distesi. Al termine della partita vinta di misura contro l’Umraniye infatti Vincenzo Montella e Mario Balotelli hanno avuto un acceso diverbio che solo grazie all’intervento di altri calciatori, tecnici e dirigenti, non è degenerato: dopo uno scambio di accuse a distanza, il tecnico si è fiondato contro il suo giocatore ed è stato trattenuto da membri del suo staff. Il motivo del contendere non è chiaro ma, dalle immagini, è evidente la rabbia di Montella.

Montella-Balotelli
Lite Montella-Balotelli

Le parole del tecnico

Possibile secondo la dinamica della lite, che l’ex azzurro abbia rivolto parole offensive o sconvenienti al suo allenatore. A fine partita, parlando con la stampa turca, Montella ha liquidato la vicenda con poche parole: “Posso dire che da Balotelli ci aspettiamo di più. Poi l’adrenalina può far dire altre cose, ma sono cose che succedono in campo e per me è finita lì“. Dopo la buona stagione scorsa, nelle prime 4 giornate di campionato SuperMario ha totalizzato appena due presenze, entrambe partendo dalla panchina. Tante voci di mercato intorno a lui, ma poco di concreto.

Lite Montella-Balotelli

LITE MONTELLA-BALOTELLI IL VIDEO:

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA