Le “pazze” 48 ore di Galliani: tra colpi di mercato, cartelli nello spogliatoio e l’esonero di Stroppa

La prima del Monza in serie A non sta andando come i tifosi speravamo. Nonostante la campagna acquisti importante, nelle prime tre di campionato il club brianzolo ha racimolato zero punti. Stasera i biancorossi affrontano la Roma di Mourinho all’Olimpico e per l’allenatore Stroppa potrebbe essere già un crocevia. Le prossime 48 ore saranno frenetiche soprattutto per l’ad del Monza Adriano Galliani, intento a rinforzare ulteriormente la rosa prima della chiusura del calciomercato.

Le pazze 48 ore di Adriano Galliani

“Secondo me la rosa in questo momento non è completa. Con qualche aggiustamento la squadra può diventare ancora più competitiva”, il messaggio di Stroppa in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro la Roma. Messaggio ricevuto da Adriano Galliani che si è già adoperato per accontentare il suo allenatore con tre colpi finali: il centrocampista Rovella (che dovrebbe partire con l’arrivo alla Juve di Paredes), il terzino destro Boey e un attaccante col sogno Icardi. Il calciomercato chiude giovedì 1 settembre alle ore 20.00 e i tifosi si aspettano i famigerati ultimi colpi del condor.

Rovella prossimo ad arrivare al Monza
Rovella prossimo ad arrivare al Monza

Galliani che aveva provato a portare a Monza la Joya, come rivelato al Corriere della Sera: “Il grande campione a cui avevamo pensato che, come ha raccontato nei giorni scorsi il presidente, ha declinato l’offerta, è Dybala. Avevo invitato gli agenti a casa mia, ma il giocatore preferiva un club che disputa le coppe”. Le prossime 48 ore saranno importanti anche per capire se a guidare la squadra sarà ancora Giovanni Stroppa. Potrebbe essere decisivo il match di stasera contro la Roma. In caso di quarto risultato negativo, Galliani potrebbe decidere di esonerarlo per puntare su uno tra Andreazzoli, Donadoni o De Zerbi.

Giovanni Stroppa con l'ad del Monza Adriano Galliani
Giovanni Stroppa con l’ad del Monza Adriano Galliani

Intanto l’ad ha attaccato un cartello nello spogliatoio della squadra che recita: “Abbiamo impiegato 110 anni per andare in serie A, non possiamo impiegare 12 mesi per tornare in serie B“. Basterà a motivare la squadra?

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA