La sfida di Haller: “Il tumore uno shock. Sto bene, voglio tornare e segnare sotto al ‘muro giallo'”

È passato un mese e mezzo da quando a Sebastien Haller è stato diagnosticato un tumore ai testicoli. L’attaccante era stato appena acquistato dal Borussia Dortmund, che aveva sborsato 30 milioni di euro per strapparlo all’Ajax. Dal momento della diagnosi, il franco-ivoriano ha iniziato la sua battaglia contro la malattia: nelle scorse settimane è stato operato, e ora lo aspetta una lunga riabilitazione. Il suo obiettivo? Tornare in campo e segnare, come ha raccontato in una lunga intervista rilasciata a ESPN.

Le condizioni di Haller

Nell’intervista Haller è partito parlando delle sue condizioni attuali: “Sto bene. Sto vivendo una situazione nuova, inaspettata, soprattutto per me e la mia famiglia. Posso comunque dire di essere fortunato ad avere tante persone intorno a me che mi vogliono bene e dei medici e del personale che mi hanno aiutato tanto. Sono tornato a camminare, correre, posso passare del tempo con i miei cari, per cui va tutto bene“.

Haller

La scioccante scoperta

La prima cosa che ho pensato, quando l’ho scoperto, è che non avrei potuto giocare per il Borussia Dortmund, ha raccontato l’attaccante. “Avevamo fatto tanto per questo trasferimento, il club ha sborsato 30 milioni di euro…Ho pensato che non avrei potuto ripagare tutti quei soldi, ma anche che non era dipeso da me. Mentre mi allenavo sentivo sensazioni strane allo stomaco, ne ho parlato allo staff che mi ha sottoposto a un’ecografia e ad una risonanza, poi ad una biopsia. Si è capito subito quale fosse il problema. Quando ho sentito la parola tumore sono rimasto sotto shock“.

Sebastien Haller

L’operazione e il recupero

“Dopo l’operazione sono rimasto in ospedale per cinque giorni. Solo flebo, senza potermi muovere dal letto. Ho perso forza e forma fisica ma quando sono tornato mi sono messo a camminare nel bosco e poi sono andato in palestra. Cammino ogni giorno e controllo il mio corpo. Non ho perso molto a livello fisico rispetto a qualche settimana prima della scoperta della malattia, è un buon segno. Spero resti tutto come è adesso. Mi sento molto bene“.

Il sogno

Haller sa perfettamente cosa vuole fare nel prossimo futuro: “Non so quando tornerò a giocare, credo che ci vorrà ancora qualche mese ma l’importante, in questo momento, è non perdere troppa massa muscolare. Ho già fissato il mio obiettivo: voglio giocare e segnare subito davanti al muro giallo dei tifosi. Credo che sarà un momento davvero emozionante“.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA