Il Tottenham non è da titolo, parola di Conte: “Servirebbero 3 sessioni di mercato per competere con altri club”

Il Tottenham non è da titolo, parola di Antonio Conte. Il tecnico italiano crede che ci sia troppa distanza dagli altri top club della Premier League e che servirebbero tre sessioni di mercato per riuscire a competere con loro. L’ex Inter sottolinea comunque che gli Spurs hanno fatto del loro meglio nella finestra di mercato estiva. Il club londinese, al momento, è al terzo posto in classifica ma, secondo l’allenatore, è inadatto per la corsa al titolo.

Il Tottenham non è da titolo, parola di Conte

Il Tottenham, in estate, ha ingaggiato sette nuovi giocatori. Non male certo, anche se Conte ha sottolineato che la società ha investito molto denaro solo per il trasferimento di due giocatori esperti, Richarlison dall’Everton e Yves Bissouma dal Brighton. Prima di questi, il club ha ingaggiato Ivan Perisic e Fraser Forster a parametro zero, ma il tecnico sostiene che la squadra è tutt’altro che completa. 

Tottenham Conte-mania

Gli Spurs, quindi, non possono competere con le squadre più forti della Premier League: “Se prendi un giocatore per più di 80 milioni hai un grande vantaggio perché significa che stai firmando con un top player. Se puoi ingaggiare giocatori gratuitamente o in prestito, è una situazione diversa. Abbiamo fatto quello che potevamo fare. Abbiamo fatto cose buone ma devo essere onesto, c’è ancora troppa distanza con le altre che sono più forti. Abbiamo appena iniziato questo percorso per migliorare la rosa. Abbiamo fatto le cose giuste. Ma se qualcuno pensa che abbiamo completato la situazione, siamo molto lontani da questo”.

Conte: “Servono 3 sessioni di mercato”

L’ex bianconero crede infine che per riuscire competere per il titolo servano almeno tre sessioni di mercato: “Per essere competitivi e lottare, per essere una contendente al titolo e anche per ottenere un posto in Champions League abbiamo bisogno di almeno tre finestre di mercato in più, per migliorare e cercare di essere allo stesso livello degli altri top club. Dobbiamo essere realistici, ci sono club che possono investire molto, altri club che possono investire denaro normale ed è difficile”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA