Il disastroso ultimo giorno di mercato di Dieng: in aeroporto dice no al Leeds per andare al Nizza, ma…

L’ultimo giorno di calciomercato è ormai in archivio e sono tantissimi i colpi messi a segno a fil di sirena. Un giorno frenetico, come da tradizione, con tantissime squadre impegnate a cercare gli ultimi tasselli per completare i propri organici, magari a prezzi ragionevoli. Il Leeds ad esempio cercava un attaccante, e pensava di averlo individuato in Bamba Dieng dell’Olympique Marsiglia. Trovato l’accordo tra i club, al giocatore non restava che recarsi in aeroporto e volare in Inghilterra. Poi l’inserimento del Nizza ed il ripensamento, prima del finale a sorpresa.

La scelta di Dieng

Bamba Dieng aspettava solo di imbarcarsi sul jet privato che da Marsiglia lo avrebbe condotto a Leeds per iniziare la sua nuova avventura in Premier League. Poi, spiazzato da una controfferta del Nizza e desideroso di rimanere in Francia, con un’inaspettata inversione a U aveva deciso di accettare la proposta dei nizzardi dirigendosi poi verso la Costa Azzurra per le visite mediche di rito spiazzando un po’ tutti, soprattutto gli inglesi che lo stavano aspettando. Ma la sua scelta a posteriori si è rivelata tutt’altro che azzeccata…

Mesto ritorno a Marsiglia

Arrivato a Nizza per sottoporsi alle visite mediche di rito però, per lui è arrivato l’ennesimo colpo di scena di una giornata piuttosto turbolenta. Dieng non ha infatti superato i test medici con i rossoneri. Quindi niente firma e trasferimento saltato. Karma, destino o una semplice coincidenza, sta di fatto che il senegalese sarà costretto a rimanere a Marsiglia almeno fino a Gennaio.

Parte della follia del giorno della scadenza del calciomercato“, ha twittato il patron italiano del Leeds Andrea Radrizzani. I Whites hanno poi deciso di “ripiegare” sul giovanissimo Wilfried Gnonto, prelevato dallo Zurigo per una cifra vicina ai 5 milioni di euro.

Gnonto

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA