La storia di Jay Stansfield, indosserà la maglia n.9 dell’Exeter: era stata ritirata dopo la morte di suo padre

La giovane promessa del calcio inglese Jay Stansfield firma per l’Exeter City e prende il numero 9, una maglia speciale per lui e per il club. Nel 2010, la squadra di League One, terza serie inglese, ha ritirato quella maglia in segno di rispetto per l’ex attaccante Adam Stansfield, che ha perso la sua battaglia contro il cancro all’età di 31 anni. Quel numero, nelle scorse ore, è stato consegnato a Jay Stansfield, il figlio di Adam. 

Jay Stansfield indosserà la n.9, ritirata dopo la morte del padre

Il club di Exeter ha annunciato l’arrivo del 19enne venerdì. L’attaccante si unisce alla formazione di Taylor per una stagione, in prestito dal Fulham, squadra della Premier League. La sua presentazione al St James Park ha commosso tutti. Jay, infatti, indosserà la maglia numero 9, la stessa maglia che il club aveva scelto di ritirare dopo la morte di suo padre.

Adam Stansfield, che ha segnato 39 gol in 160 presenze con l’Exeter, è scomparso nell’agosto 2010 a seguito di una dura battaglia contro il cancro. Il padre di Jay era stato ricoverato in ospedale alla fine di marzo di 12 anni fa, dopo che gli era stato diagnosticato un cancro intestinale. Il giocatore aveva manifestato un disturbo addominale ed era stato sottoposto a una serie di test, poi l’amara scoperta. Purtroppo, dopo pochi mesi, ha perso la sua battaglia. Adam aveva iniziato la sua carriera professionale a Yeovil nel 2001, ha poi giocato per l’Hereford e infine per l’Exeter.

Stansfield

Jay: “Spero di poterlo rendere orgoglioso”

Dopo la sua morte, il club ha deciso di ritirare la maglia numero 9 e ora sarà di suo figlio. Per Jay significa molto: “Significa molto. Sapevo che la pressione sarebbe stata alta sia se avessi avuto la maglia numero nove, sia se non l’avessi avuta. Quindi ho pensato che fosse la cosa giusta da fare per me. Sarò orgoglioso di indossarla e spero di poter seguire le orme di quello che ha fatto e, si spera, di andare oltre. Quando ero nell’Academy e quando giocava qui sognavo di giocare con la maglia numero nove. Spero di poterlo rendere orgoglioso”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA