Pogba operato, Arrivabene: “Conosceva l’opinione del club. Situazione non ideale, ma non voglio creare polemiche”

Paul Pogba, dopo essersi fermato durante una seduta di allenamento con la Juventus a luglio, è stato operato al ginocchio destro. Il francese si è sottoposto a meniscectomia, con la speranza di tornare in campo prima dei Mondiali in Qatar. L’intervento è perfettamente riuscito. Il tempo di recupero stimato è tra i 40 e 60 giorni. Il 29enne, dopo l’infortunio, aveva deciso di procedere con la terapia conservativa per curare il problema al menisco.

Negli ultimi giorni, la svolta. Il campione del Mondo ha deciso di optare per l’operazione, perdendo di fatto 30 giorni. Una situazione, che la società bianconera fatica ad accettare ma che non può comunque variare. A spiegarlo è l’amministratore delegato dei bianconeri, Maurizio Arrivabene.

Pogba operato, Arrivabene: “Situazione non ideale”

Il dirigente, prima dell’incontro tra PSG e Juventus in Champions League, ha parlato ai microfoni di Sky Sport della situazione di Pogba. Il 65enne ha cercato di spigare lo stato d’animo della società bianconera: “Non voglio guardare al passato ne creare delle polemiche, anche perché le decisioni vengono prese insieme. Però oggi non ci troviamo in una situazione ideale né per noi né per lui”.

Arrivabene spera in un rientro rapido: “Le decisioni vengono prese insieme. Si è tentata questa terapia conservativa. Però, bisogna guardare avanti e sperare in un rientro rapido. Si parla di un rientro per i Mondiali, io mi auguro che rientri il più presto possibile per dare una mano a noi”. 

l'ad della juve arrivabene parla dei rinnovi di dybala e de ligt

L’amministratore delegato spiega infine che bisogna guardare avanti: “La questione non è il tempo perso. La questione è che quando una persona deve farsi mettere i ferri addosso, ci pensa due volte. Quindi, ci si siede, si parla, si fa in modo che si scambino le proprie opinioni. Lui conosce perfettamente le opinioni del club, noi abbiamo conosciuto, e conosciamo, la sua opinione e la rispettiamo. Detto questo, bisogna cambiare pagina e guardare avanti”.

pogba

Le parole del chirurgo che ha operato Pogba

Nelle ultime ore, anche il dottor Roberto Rossi, specialista in ortopedia e traumatologia, primario all’ospedale Mauriziano di Torino, professore ordinario all’Università di Torino e consulente della Juventus, è intervenuto sulla vicenda. Il dottor Rossi è il chirurgo che ha operato Paul Pogba e, in un’intervista a TuttoSport, ha fatto il punto sulla situazione:La terapia conservativa? Diciamo che non ha funzionato. Anzi, la lesione si è aggravata. In accordo anche con i medici della Juventus abbiamo indicato in otto settimane il tempo necessario affinché Pogba possa riaggregarsi alla squadra. Questo è il tempo stimato, poi occorre valutare le condizioni e le reazioni quando inizierà a forzare”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA