Napoli-Liverpool, Klopp imbarazzato: “Ho chiesto scusa ai tifosi. I nostri prossimi avversari staranno ridendo di noi”

Il Napoli travolge il Liverpool e Jurgen Klopp chiede scusa ai tifosi Reds. Un esordio europeo intenso e brillante per i partenopei che, allo stadio Diego Armando Maradona, vincono 4-1 sugli inglesi. La doppietta di Zielinski e i gol di Anguissa e Simeone regalano il successo alla formazione di Spalletti. Per il Liverpool, invece, gol di Luis Diaz che non salva però la squadra e Klopp dalla figuraccia. 

Napoli-Liverpool, Klopp chiede scusa ai tifosi

Il tecnico, dopo il ko contro il Napoli, è intervenuto in conferenza stampa e si è preso tutte le colpe. Il tedesco ha confessato di aver chiesto scusa ai tifosi presenti allo stadio Maradona: Ho chiesto scusa ai tifosi. È un volo lungo da Liverpool a Napoli, è stata una serata deludente e quindi sono andato da loro”. 

klopp

Una figuraccia europea e l’imbarazzo è palpabile. Klopp, però, non crede che il Liverpool seguirà le orme del Chelsea ed è convinto che il suo posto in panchina sia ancora al sicuro. Sarà lui a risolvere i problemi della squadra: “Non credo possa succedere. I nostri proprietari sono piuttosto calmi e si aspettano che io risolva la situazione e non pensano che lo farà qualcun altro“. 

Il tedesco: “I nostri prossimi avversari avranno riso di noi”

Ora, però, testa alla Premier League. Il pensiero del tedesco va al Wolverhampton, prossimo avversario in campionato. Secondo Klopp, i Wolves hanno riso tutto il tempo durante la partita di Champions: “In tre giorni giochiamo contro i Wolves, e se stasera hanno visto la partita probabilmente non smetteranno di ridere. Diranno che è un momento perfetto per giocare contro di noi, un momento perfetto. Noi dobbiamo cercare di resettare e cercare soluzioni per tornare alla forma migliore”. 

klopp e istanbul

La stagione non è iniziata nel migliore dei modi. Klopp se lo aspettava e si prende tutte le responsabilità: “Non stiamo lavorando come una squadra, non è il momento di accusarsi a vicenda. Nel calcio ci sono sempre soluzioni. Non giochiamo abbastanza bene, questo è ovvio ed è per questo che perdiamo le partite. Giochiamo nel campionato più forte del mondo e abbiamo un bel girone di Champions League. C’è un lavoro da fare, è una mia responsabilità e ho bisogno di tempo per pensarci. Ci sono alcune cose ovvie e dobbiamo resettare e andare”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA