Atalanta bloccata dalla Cremonese, Gasperini lancia bordate a Muriel e Musso

L’Atalanta non sfrutta l’occasione di rimanere solitaria in testa alla classifica e non va oltre il pareggio nel lunch match di Bergamo contro la Cremonese. Al goal della Dea di Demiral ha risposto dopo pochi minuti Valeri per i grigiorossi. Grande l’amarezza in casa nerazzurra, con il tecnico Gian Piero Gasperini che nel postpartita non ha lesinato critiche nei confronti dei suoi giocatori, prendendo di mira in particolare Luis Muriel e Juan Musso.

Il Gasperini infastidito

Al tecnico atalantino non è piaciuto l’atteggiamento dei suoi, ed in particolare quello dell’attaccante colombiano, il quale dopo esser stato sostituito al 56esimo per far spazio al giovane Hojlund, ha lanciato la pettorina a terra visibilmente infastidito per il cambio: “Ha fatto una onesta prestazione, ma abbiamo giocatori che possono dare maggiore vivacità“, ha detto Gasperini ai microfoni di Sky. “Al momento della sostituzione era nervoso? Non ha dato di certo un bel segnale e non ha motivo: se va in un’altra squadra gioca meno di quanto gioca con noi, dove partecipa a tutte le partite. Questa cosa andava risolta prima…“.

Gasperini

Ce n’è anche per Musso

l’allenatore torinese non ha risparmiato critiche nemmeno dei confronti del proprio portiere Juan Musso, protagonista in negativo con una decisiva incertezza che ha poi permesso a Valeri di mettere in rete da pochi passi il goal del pareggio. “Il suo punto debole è il gioco con i piedi – ha detto Gasperini – e la sua insicurezza gli ha poi causato problemi anche tra i pali. Un problema di personalità, perchè le incertezze in quelle situazioni gliene procurano altre tra i pali subendo goal che sarebbero evitabili. Anche l’anno scorso era accaduto“.

musso

Dichiarazioni che non faranno troppo piacere ai due interessati…

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA