Tuchel ha incoraggiato Gilmour a trasferirsi al Brighton…per lavorare con Potter 

Billy Gilmour al Brighton su consiglio di Thomas Tuchel. Il tedesco l’ha incoraggiato a trasferirsi, sostenendo che sarebbe stato un bene per lui lavorare con Graham Potter. L’ex PSG non immaginava proprio cosa sarebbe successo dopo pochi giorni. Il Chelsea lo ha esonerato e ha chiamato proprio Potter per sostituirlo in panchina allo Stamford Bridge.  

Gilmour al Brighton per lavorare con Potter 

Il 21enne si è unito al Brighton durante l’ultima giornata di mercato estivo. Lo scozzese si è trasferito a titolo definitivo per 9 milioni di sterline e ha firmato un contratto quadriennale. Gilmour ha debuttato con la maglia dei Seagulls nel match contro il Leicester. Match vinto dal Brighton per 5-2. 

Un trasferimento incoraggiato da Thomas Tuchel. Il tedesco, secondo The Athletic, ha consigliato a Gilmour di lasciare lo Stamford Bridge per l’AMEX Stadium. L’ex PSG sosteneva che sarebbe stato un bene per il classe 2001 lavorare con Graham Potter. Una tesi non sostenuta, invece, dal nuovo proprietario del Chelsea Todd Boehly, che voleva che Gilmour rimanesse e lottasse per il suo posto.

Il 21enne, alla fine, ha seguito il consiglio di Tuchel e ha lasciato i Blues. Il tedesco però non aveva previsto cosa sarebbe successo da lì a poco. Il Chelsea, dopo alcuni giorni, ha licenziato l’ex Borussia Dortmund e ha chiamato proprio l’ex difensore per sostituirlo. 

Graham Potter Chelsea

Una vera beffa per Gilmour, che ha parlato con affetto di Potter nella sua prima intervista come giocatore del Brighton: “Per me, il Brighton gioca un ottimo calcio e uno stile che mi piace giocare, bei passaggi. Anche il tecnico è molto apprezzato, è davvero bravo. Pensavo di voler venire qui. Conosco anche un paio di giocatori qui, Levi Colwill e Tariq Lamptey, quindi gliel’ho chiesto e mi hanno detto quanto è stato bravo”.

Tuchel ha incoraggiato Gilmour a trasferirsi al Brighton

Tuchel è stato esonerato dopo la sconfitta per 1-0 contro la Dinamo Zagabria in Champions League. Il 49enne si era unito al Chelsea nel gennaio 2021 e ha vinto la coppa dalle grandi orecchie nella sua stagione d’esordio. Il tedesco ha vinto anche la Supercoppa UEFA e la Coppa del Mondo per club la scorsa stagione, guidando i Blues alla finale di Carabao e FA Cup.

tuchel non vuole parlare della guerra in ucraina

Nei giorni scorsi, tramite una nota, ha confessato di essere devastato per la fine dell’avventura in casa Blues: “Questa è una delle dichiarazioni più difficili che abbia mai dovuto scrivere ed è quella che speravo di non dover fare per molti anni. Sono devastato dal fatto che il mio periodo al Chelsea è giunto al termine. Questo è un club in cui mi sono sentito a casa, sia professionalmente che personalmente. Grazie mille a tutto lo staff, ai giocatori e ai tifosi per avermi fatto sentire il benvenuto fin dall’inizio. Sono onorato di aver fatto parte della storia di questo club e i ricordi degli ultimi 19 mesi avranno sempre un posto speciale nel mio cuore”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA