Il DS del Gladbach va all’RB Lipsia: striscioni durissimi al Borussia-Park e partita interrotta

Il Borrusia Mönchengladbach, nelle scorse ore, ha ottenuto una netta vittoria per 3-0 contro l’RB Lipsia. Uno striscione esposto dai tifosi del Borussia avrebbe potuto però cambiare le sorti del match. L’arbitro Ittrich, infatti, ha sospeso la gara per qualche minuto chiedendo di rimuovere lo stendardo, ma era già pronto a rimandare le due squadre negli spogliatoi e a sospendere definitivamente l’incontro. L’RB Lipsia, si sa, è tra i club meno amati di Germania, ma la rabbia dei sostenitori del Gladbach è esplosa per alcuni scoop di mercato. 

Il DS del Gladbach va all’RB Lipsia: caos al Borussia-Park

Durante la settimana, la Bild ha fatto sapere che Max Eberl, ex giocatore del Borussia poi direttore sportivo per 14 anni, entrerà a far parte della dirigenza dell’RB Lipsia. Il 48enne, lo scorso gennaio, aveva lasciato il Gladbach in lacrime dicendo di essere stanco e di volersi distaccare dal mondo del calcio. Ad agosto, però, si erano diffuse le prime notizie su un possibile approdo di Eberl nel club sassone e ora la Bild conferma le voci: l’ex calciatore, da gennaio, entrerà a far parte della dirigenza dell’RB Lipsia

ds gladbach

Una notizia che ha fatto infuriare i tifosi del Gladbach. Già prima della partita, era abbastanza chiaro che i sostenitori del Borussia avrebbero espresso il loro disappunto, ma durante il match sugli spalti si è scatenato il caos. I tifosi hanno esposto uno striscione molto chiaro: “Un club di figli di pu***na assume solamente figli di pu***na”.

L’arbitro interrompe la partita

L’arbitro Patrick Ittrich, a quel punto, ha sospeso la partita e, tramite gli altoparlanti dello stadio, ha chiesto di rimuovere immediatamente lo striscione. Il 43enne ha sottolineato anche che se non avessero rimosso lo stendardo, la partita sarebbe stata sospesa definitivamente. I tifosi del Gladbach, che non volevano rischiare la vittoria dei Fohlenelf, hanno fatto sparire subito il manifesto offensivo. 

Dopo la partita, l’arbitro Ittrich, ai microfoni di Sky Sports, ha spiegato perché, nel peggiore dei casi, avrebbe fermato il gioco: Esiste un cosiddetto piano in tre fasi in questi casi. La prima cosa che bisogna fare è fermare il gioco, la seconda è mandare le squadre negli spogliatoi e l’ultima risorsa è fermare definitivamente il gioco”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA