L’affronto dei tifosi del Celtic alla Regina Elisabetta: striscione e applauso beffardo

Dopo essersi fermato per un turno in seguito alla morte della Regina Elisabetta II, il calcio inglese è tornato in questo weekend con tanti omaggi, silenzi ed applausi per la compianta sovrana scomparsa. Non tutti però hanno rispettato il lutto e anzi hanno approfittato del minuto di raccoglimento per mettere in scena la loro veemente protesta contro la famiglia Reale. I tifosi del Celtic Glasgow, impegnato sul campo del St Mirren, hanno infatti esposto uno striscione polemico e intonato cori contro la monarchia britannica.

La protesta dei tifosi del Celtic

È un periodo di lutto per tutto il Regno Unito, o quasi. C’è chi infatti ha approfittato della scomparsa della Regina Elisabetta II per continuare ed inasprire la propria protesta contro la monarchia. I tifosi del Celtic, durante il minuto di raccoglimento dedicato alla memoria della sovrana, hanno esposto un duro striscione accompagnato da ironici applausi e cori polemici: “Se odiate la Famiglia Reale battete le mani“, recitava lo striscione, seguito da applausi e tanti insulti. Un atteggiamento di protesta che ha radici antiche.

tifosi del Celtic

L’odio dei tifosi del Celtic

Il Celtic rappresenta da sempre la parte di Glasgow composta dai discendenti degli immigrati irlandesi cattolici e repubblicani, da sempre in aperto conflitto con la monarchia e in continua protesta contro la Royal Family. Il club stesso durante questo periodo di lutto non ha interrotto le proprie attività come tutte le altre società britanniche nè ha messo in atto particolari iniziative per ricordare Elisabetta II.

regina elisabetta

Imbarazzo tra i telecronisti

Inutili gli appelli del tecnico del Celtic Ange Postecoglou, il quale in settimana aveva chiesto ai propri tifosi di rispettare il minuto di silenzio. Sconcerto ed imbarazzo tra i giornalisti di SkySports che si apprestavano a commentare la partita del St Mirren Park: “Ci scusiamo se quanto sentito può avervi offeso“, ha detto il telecronista Ian Crocker. “La maggior parte delle persone ha mostrato rispetto, altre no“.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA