Milan, Pioli difende De Ketelaere: “È un giocatore di talento. Ricordo le critiche a Leao e Tonali”

Il Milan, dopo la batosta rimediata in Champions League contro il Chelsea, è già concentrato sulla Serie A. I rossoneri, nel weekend, ospiteranno la Juventus per il big match della nona giornata. Una sfida non semplice per la squadra di Pioli, visti anche i tanti assenti (Maignan, Calabria, Saelemaekers, Kjaer, Florenzi e Ibrahimovic). In conferenza stampa, il tecnico si è soffermato sul problema infortuni, ma ha parlato anche della sfida contro i bianconeri e di De Ketelaere. L’allenatore ha voluto difendere il belga dalle tante critiche. 

Pioli difende De Ketelaere: “È un giocatore di talento”

Si parte dalla sfida del weekend. Una sfida, che ha un peso importante visto il valore degli avversari: “Credo che all’interno del campionato ci siano 2-3 partite che pesano di più al di là dei tre punti e quella di domani ha un peso specifico importante per il valore degli avversari, per il fatto che la Juve lotterà per lo Scudetto”.

Inevitabile la domanda su De Ketelaere. L’acquisto più costoso dell’ultima sessione di mercato, finora, ha deluso un po’ le aspettative ed è stato travolto dalle critiche. Pioli però lo difende a spada tratta: “Questo è un vostro problema, non è un problema mio. Il percorso di Charles è quello giusto e corretto. Quando un giocatore ha talento, è intelligente e ha disponibilità credo che abbia un grande futuro. Io credo abbia un grande futuro. Mi ricordo il Leao di tre anni fa, il Tonali del primo anno: molti erano pronti a criticarli e a mettere in dubbio le loro qualità. De Ketelaere è un giocatore di talento, ha bisogno di tempo e di adattarsi per essere sempre più determinante. Ma la strada è quella giusta”.

Milan Pioli rigori

Pioli parla dei troppi infortuni

Altro tema importante, i troppi infortuni. Un problema, che non tocca solo il Milan: “In tutti i 5 campionati europei non c’è mai stato un calendario così fitto e in tutti i campionati gli infortuni muscolari sono cresciuti del 20% e noi rientriamo. in questa statistica. Noi siamo accompagnati da grandissimi professionisti, cercheremo di fare meglio”. C’è spazio infine anche per una domanda su Leao: “Non è finita la mia missione con lui. Lui non si deve accontentare e io devo pretendere tanto. Ci sono diverse cose che possiamo fare meglio”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA