Tracollo Atlètico Madrid, Griezmann ci mette la faccia: “Bocca chiusa, c*** stretto e lavorare”

La campagna europea dell’Atlètico Madrid di Diego Pablo Simeone è già terminata. La sconfitta per 2-1 sul campo del Porto ha relegato i Colchoneros all’ultimo posto del gruppo B, estromessi non solo dalla fase ad eliminazione diretta di Champions League, ma anche dai sedicesimi di Europa League. Una vera e propria debacle difficile da assimilare e digerire per squadra, allenatore, dirigenza e tifosi. Uno dei pochi a metterci la faccia dopo la sconfitta del do Dragao è stato Antoine Griezmann, che nel dopo partita non ha cercato scuse per spiegare il disastro europeo dei suoi.

Griezmann non ammette alibi

Una sola vittoria, due pareggi, tre sconfitte per un totale di appena cinque punti e ultimo posto nel proprio girone. Questa la disastrosa Champions League dell’Atlètico Madrid. Griezmann non cerca alibi: “Questa squadra non ha meritato di passare agli ottavi di e neanche di retrocedere in Europa League. Dispiace, ma è così“, ha ammesso il francese. “Se su sei partite se ne vince solo una l’eliminazione è qualcosa di inevitabile. Adesso sappiamo quel che serve. Chiudere la bocca, stringere il c**o e lavorare e combattere. Siamo ancora al servizio di Simeone, per tutti noi è un motivo di orgoglio lavorare con il tecnico e giocare per questo club ma è ora di dimostrarlo anche sul campo“.

caso Griezmann

Nessuna giustificazione

Non abbiamo scuse, non meritiamo neanche di giustificarci con i tifosi, possiamo e dobbiamo solo ringraziarli per il loro sostegno a Madrid e lontano da casa, non si meritano queste delusioni“, ha proseguito Griezmann. “L’Atletico deve ritrovarsi. Siamo una squadra scorbutica e difficile da affrontare solo se crediamo in quel che facciamo e remiamo tutti nella stessa direzione. Il club ha sempre costruito i propri successi restando unito come gruppo. Chi vuole farne parte deve sapere che essere qui significa sposare una causa e combattere per questo club. Servono spirito di sacrificio, voglia di combattere e lavorare tutti i giorni. Altrimenti è meglio andarsene“, ha chiuso l’attaccante.

Antoine Griezmann

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA