Piqué, addio al calcio e ultima polemica: festa clandestina con il Barcellona

Gerard Piqué ha detto ufficialmente addio al calcio giocato. Il difensore, nel weekend, ha giocato la sua ultima gara e ha salutato i tifosi del Camp Nou. Ultima partita, ma non solo. Lo spagnolo ha lasciato con un’ultima polemica. Il 35enne, dopo aver annunciato il suo ritiro, ha organizzato una festa clandestina con i giocatori del Barcellona. Un party che doveva rimanere segreto, ma che è finito su tutti i giornali. 

Piqué, festa clandestina con il Barcellona

Piqué, secondo la stampa spagnola, ha organizzato una grande festa prima del match contro l’Almeria. La serata è iniziata verso mezzanotte, quando tutti i giocatori sarebbero dovuti essere a casa. I blaugrana si sono trovati in una famosa discoteca di Barcellona e Gerard ha pensato proprio a tutto. Il locale, prima dell’arrivo degli ospiti, è stato svuotato. Ogni festa clandestina che si rispetti, in fondo, richiede privacy. Tutti questi accorgimenti, però, non sono serviti. 

Accuse a Piquè

Alcune fonti hanno fornito informazioni e immagini al cronista Jordi Martin, che ne ha parlato su Socialite TV. I proprietari del locale, spiega Martin, hanno svuotato la discoteca con un semplice stratagemma. Hanno detto ai presenti che dovevano abbandonare la struttura perché gli strumenti del Dj erano stati danneggiati e non avrebbero potuto ripararli: “Quando i clienti hanno lasciato il locale, chi c’era fuori per prepararsi all’ingresso? I giocatori del Barcellona”. 

La festa segreta si è trasformata in una festa di dominio pubblico e le polemiche non sono mancate. Il party si è svolto in un momento delicato per la squadra. Il Barça, infatti, ha dovuto dire addio a uno degli obiettivi principali della stagione, la Champions League. Il club, però, non ha preso provvedimenti. Piqué, in fondo, è una leggenda blaugrana e la società ha deciso che, per questa volta, si poteva chiudere un occhio. 

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA