In Argentina il Trofeo de Campeones finisce in anticipo: nel Boca 5 espulsi

Nella notte italiana tra domenica e lunedì in Argentina è capitato qualcosa che raramente si vede nei campi professionistici: una partita non è potuta terminare a causa del numero limite di espulsioni raggiunto da una delle due squadre in campo. E non si trattava proprio di una partita qualunque, dato che in palio c’era una coppa, il Trofeo de Campeones, competizione che è di fatto una Supercoppa in cui la vincitrice della Primera Divisiòn sfida quella di Coppa. La gara, che vedeva di fronte Boca Juniors e Racing de Avellaneda, è finita in anticipo dato che gli Xeinezes non avevano più il numero minimo di giocatori in campo, in seguito ad una vera e propria raffica di cartellini rossi.

Al Racing il “tranquillo” Trofeo de Campeones

Un tranquillo Trofeo de Campeones

Boca Juniors e Racing hanno battagliato a lungo in campionato, e probabilmente sulla scia di quanto successo durante la stagione il Trofeo de Campeones è stata l’occasione giusta per la più classica delle rese dei conti. E pensare che la partita era iniziata col botto, dato che in 22 minuti gli Xeinezes erano andati in vantaggio con Briasco ed erano stati riacciuffati dalla rete di Rojas. Nel secondo tempo il risultato era rimasto invariato, e si è arrivati al 90esimo in parità e con ben 8 ammoniti. Da quel momento è successo veramente di tutto.

trofeo de campeones

Succede di tutto

Nei minuti di recupero della ripresa infatti, l’arbitro Tello è stato costretto a sventolare due cartellini rossi, a Villa del Boca e uno a Carbonero del Racing. I supplementari si preannunciavano scintillanti, ma le cose sono decisamente sfuggite di mano, con gli Xeinezes subito in 9 per via dell’espulsione inflitta a Varela. La rete del vantaggio del club di Avellaneda di Alcaraz poi ha dato il via ad una sorta di rodeo. Il direttore di gara ha infatti iniziato a mandare sotto la doccia giocatori a raffica: l’autore del goal e Galvan per il Racing, Advincula, Zambrano e Gonzalez (entrambi dalla panchina) e Fabra per il Boca. Situazione di 7 contro 8 dunque, ma il bello doveva ancora venire…

Boca Juniors

La ciliegina sulla torta

Al minuto 130 di una folle partita infatti, l’arbitro Tello è stato richiamato dal Var per controllare un gesto compiuto da Dario Benedetto colpevole di aver mimato un eloquente gesto della mazzetta nei suoi confronti. Rosso sacrosanto, il quinto in campo per il Boca senza considerare i due per giocatori in panchina, e Xeinezes senza il numero minimo di calciatori per terminare la sfida. Da regolamento il direttore di gara ha fischiato la fine, e la coppa è andata al Racing. Il bollettino di “guerra” finale del Trofeo de Campeones recita 10 espulsi.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA