Piquè chiude la carriera con un’espulsione…dalla panchina. Ecco cos’ha gridato all’arbitro

Probabilmente Gerard Piquè si aspettava un epilogo di carriera ben diverso, invece il difensore del Barcellona, che contro l’Almeria aveva disputato la sua ultima gara al Camp Nou con tanto di fascia di capitano al braccio, nella trasferta di Pamplona contro l’Osasuna si è fatto addirittura espellere da panchinaro. Motivo del cartellino rosso le veementi proteste messe in atto al termine del primo tempo contro l’arbitro della sfida Jesus Gil Manzano. Proteste durante le quali il centrale catalano sarebbe andato decisamente oltre…

Accuse a Piquè

Piquè imbufalito con l’arbitro

Quando il direttore di gara ha sancito il termine della prima frazione di gioco con il duplice fischio, (parziale di 1-0 per l’Osasuna con la partita che si è poi conclusa con la vittoria dei blaugrana per 1-2), Piquè si è diretto verso di lui con aria minacciosa per chiedere spiegazioni riguardo alcune decisioni. In particolare il difensore si lamentava per il doppio giallo a Lewandowski e per il dubbio corner da cui era scaturito il vantaggio dei padroni di casa. L’arbitro evidentemente non ha voluto fornire chiarimenti a riguardo vista la reazione del 35enne centrale.

piqué

Le parole contro l’arbitro

La “chiacchierata” tra Piquè e Gil Manzano non è stata tra le più civili, tanto che l’arbitro, una volta arrivati nel corridoio degli spogliatoi, ha mostrato il rosso al difensore. Secondo la ricostruzione del Mundo Deportivo, il tono usato dal blaugrana è stato piuttosto pesante: “Hai visto che corner ci hai fischiato? Sei l’arbitro che ci ha fregati di più”. Poi, una volta scoperto di essere stato espulso, ha decisamente perso la testa:È una fottuta vergogna, figlio di p*****a!“, ha gridato al direttore di gara. Non c’è che dire, un ottimo modo per concludere una gloriosa carriera. E pensare che Xavi, come da lui stesso dichiarato, lo avrebbe fatto anche entrare nella ripresa…

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA