Minacce social, Masiello out dai convocati per Bari-Sudtirol

Il difensore del Sudtirol Andrea Masiello è fuori dall’elenco dei convocati per la trasferta degli altoatesini sul campo del Bari. Dietro la mancata convocazione nessun problema fisico o infortunio di sorta, bensì minacce ed insulti social ricevuti dal 36enne nei giorni precedenti il match. Il motivo è facilmente spiegabile: nel Maggio del 2011 il difensore si rese protagonista di un incredibile autogol nel derby dei Galletti contro il Lecce, episodio chiave del filone giudiziario sul calcioscommesse per il quale Masiello venne squalificato per oltre due anni.

Niente Bari per Masiello

Manca ancora l’ufficialità, ma da quanto trapelato Andrea Masiello sarà escluso dalla lista dei convocati del Sudtirol per la trasferta in programma sabato al San Nicola di Bari. Il difensore ha ricevuto insulti e minacce social da molti sostenitori del club pugliese che non hanno dimenticato il rocambolesco autogol di 11 anni fa durante un derby contro il Lecce. Un autorete che poi divenne centrale nello scandalo legato al calcioscommesse, inchiesta che portò alla squalifica del difensore per 2 anni e 5 mesi. Il Sudtirol, come riporta la Gazzetta dello Sport, ufficializzerà venerdì la decisione, con il ds Bravo che affiancherà il tecnico Bisoli in conferenza stampa.

Masiello

La scelta

Digos e forze dell’ordine hanno espresso preoccupazione per la gestione dell’ordine pubblico in seguito all’eventuale presenza di Masiello nella sfida del San Nicola, e proprio sulla scorta di queste perplessità il Sudtirol ha preferito risparmiare al difensore e alla squadra possibili problemi. Masiello, dopo la squalifica, ha giocato con le maglie di Atalanta e Genoa: per lui sarebbe stato il primo vero ritorno in uno stadio che ha segnato in maniera indelebile la sua lunga carriera.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA