Chelsea, Mount ha rifiutato un rinnovo stellare prima del Mondiale: il motivo

Mason Mount è tra i protagonisti della nazionale inglese in Qatar ma, in Inghilterra, proseguono i negoziati per il suo rinnovo con il Chelsea. Il suo attuale accordo con i Blues scadrà tra 18 mesi, ma il club di Londra vorrebbe già fargli firmare un prolungamento di contratto. La società di Premier League ha iniziato i colloqui a settembre sperando di concludere rapidamente le cose, ma le trattative sono ancora in alto mare. Mount, prima di partire per il Qatar, ha rifiutato un’offerta stellare. Il motivo? C’entra Sterling. 

Chelsea, Mount ha rifiutato un rinnovo stellare prima del Mondiale

Il Chelsea, prima della pausa per il Mondiale, ha offerto a Mount un accordo dal valore di 200 mila sterline a settimana. Il centrocampista inglese, al momento guadagna 85 mila sterline a settimana ma l’offerta dei Blues, nonostante sembri allettante, è stata rispedita al mittente. Mason, come riporta il Daily Mail, ha rifiutato l’offerta. Il 23enne, infatti, vorrebbe un contratto uguale a quello del compagno di squadra e nazionale Raheem Sterling. L’esterno si è trasferito a Stamford Bridge la scorsa estate con un contratto del valore di 300 mila sterline a settimana. Il Chelsea e Mount rimangono quindi molto distanti nelle loro valutazioni.

Mount ignora la quarantena

Dopo essersi affermato come uomo chiave della squadra di Londra e come giocatore dell’anno del club per due stagioni consecutive, Mount crede di meritare un contratto migliore. Un Mondiale di successo potrebbe aiutarlo ad aumentare le sue richieste. Il Chelsea però, almeno per ora, non vuole cedere. 

Qatar, Mount incontra per la prima volta la nipotina

Il centrocampista, nel frattempo, è concentrato sulla Coppa del Mondo. Il 23enne è sceso in campo sia nella vittoria per 6-2 contro l’Iran, sia per il match contro gli Stati Uniti, che si è chiuso in pareggio a reti inviolate.

Non solo calcio per Mason. In Qatar, il giocatore ha incontrato per la prima volta sua nipote Poppy, di tre anni. La sorella di Mount, Stacey, vive in Australia, un paese che è stato sottoposto a rigide restrizioni Covid. Il calciatore Blues e la sorella si sono riuniti dopo la vittoria contro l’Iran e il 23enne ha potuto conoscere e abbracciare Poppy.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA