Luis Enrique parla per la prima volta di Xana: “Pensiamo a come si comporterebbe in ogni situazione”

La Spagna pareggia con la Germania e rimane in testa al Gruppo E dei Mondiali. Le Furie Rosse, con i loro 4 punti e una differenza reti di +7, sono virtualmente agli ottavi. Una giornata speciale per il Ct Luis Enrique, e non solo per la partita contro i tedeschi. Nella giornata di ieri, infatti, la figlia dell’allenatore, Xana, avrebbe compiuto 13 anni. Il mister, in mattinata, ha ricordato la sua bambina e dopo la partita ha parlato di lei per la prima volta con la stampa. 

Luis Enrique ricorda Xana

La giornata di domenica era iniziata con un messaggio su Instagram di Luis Enrique. Il Ct, durante un giro in bicicletta con il preparatore atletico Lorenzo del Pozo, ha ricordato il compleanno della piccola: “Oggi è un giorno speciale. Non solo perché giochiamo contro la Germania, ma perché mia figlia Xana avrebbe compiuto 13 anni. Amore mio, ovunque tu sia, ti amo”. 

luis enrique

Xana, la figlia più piccola dell’allenatore, è deceduta il 29 agosto 2019 a causa di un osteosarcoma quando aveva solo nove anni. Fino a ieri, Luis Enrique non aveva mai parlato pubblicamente di questo tema e la stampa spagnola non aveva mai fatto domande su questo delicato argomento. Dopo il pareggio con la Germania, però, l’ex Barcellona ha parlato per la prima volta della piccola. 

Luis Enrique parla per la prima volta della figlia

Un giornalista tedesco gli ha chiesto del messaggio pubblicato sui social in mattinata e il Ct non si è tirato indietro: “È stato un giorno speciale per me e la mia famiglia, senza dubbio. È ovvio che non abbiamo nostra figlia fisicamente, ma cerchiamo di viverlo con naturalezza, ricordandola, ridendo, pensando a come si sarebbe comportata in tante delle cose che ci succedono nella vita di tutti i giorni. La vita funziona così, non ci sono solo cose belle, ma consiste anche nel gestire quei momenti”. 

Il 26 marzo 2019, Luis Enrique aveva abbandonato all’improvviso il ritiro della Roja, che stava preparando una partita contro Malta. Poi a giugno, senza fornire spiegazioni, aveva fatto sapere di rinunciare all’incarico di commissario tecnico. L’allenatore asturiano era stato sostituito dal suo vice Robert Moreno ma a novembre 2019, pochi mesi dopo la morte della piccola Xana, il 52enne è tornato alla guida della Spagna. 

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA