Minacce a Messi, interviene Tyson: “Se Canelo si azzarda a toccarlo, torno sul ring”

Negli ultimi giorni ha fatto parecchio discutere l’attacco di Canelo Alvarez nei confronti di Lionel Messi. Il pugile messicano ha attaccato duramente l’argentino per un video circolato sui social della festa dell’Albiceleste dopo la sfida contro Guardado e compagni. Il 32enne, nelle scorse ore, si è scusato con l’attaccate ma la vicenda è tornata sotto i riflettori per le parole di Mike Tyson. Il 56enne è intervenuto sui social per difendere La Pulce. 

Canelo e le “minacce” all’attaccante argentino

Dopo il match tra l’Argentina e la squadra di Martino, sui social è circolato un video girato nello spogliatoio dell’Albiceleste. Clip, in cui si intravede una maglia del Messico sul pavimento, o meglio, sotto gli scarpini dell’ex Barcellona.

messi

Canelo, vedendo le immagini, si è arrabbiato parecchio e ha attaccato duramente il giocatore del PSG su Twitter: “Ho visto Messi pulire il pavimento con la nostra maglia e bandiera? Preghi Dio che non lo incontri. Proprio come io rispetto l’Argentina, tu devi rispettare il Messico! Non sto parlando dell’Argentina come paese, sto parlando di Messi. Dal momento in cui la maglia è per terra, è già un insulto”

Le parole del 32enne hanno fatto parecchio discutere. Tra i tanti commenti, anche quello del Kun Aguero che si è schierato subito con l’amico ed ex compagno di nazionale: “Non cercare scuse o problemi, non sai cosa succede in un campo di calcio e in uno spogliatoio. Le magliette sono sempre per terra a fine gara. Poi, se si guarda bene, fa un movimento per spostare la maglietta e la colpisce in maniera accidentale”.

Tyson: “Se tocca Leo, torno sul ring”

La vicenda ha fatto il giro del mondo e, alla fine, Canelo si è scusato: “Sono stato trascinato dalla passione e dall’amore che provo per il mio Paese e ho fatto commenti fuori luogo, per i quali voglio scusarmi con Messi e con il popolo argentino. Ogni giorno impariamo qualcosa di nuovo e questa volta è toccato a me”.

Tutto è bene quel che finisce bene, anche perché se Alvarez dovesse toccare l’attaccante, dovrà vedersela con Tyson. Il 56enne, ai microfoni di BBO Sports, ha fatto sapere che è disposto a tornare sul ring pur di difendere La Pulce: “Qualcuno chiamato Canelo ha minacciato Leo. Se osa toccare Messi, dovrò tornare sul ring”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA