Mondiali, zero arresti tra i tifosi britannici: è la prima volta che accade

Il calcio non è tornato a casa, anche questa volta, ma i tifosi di Inghilterra e Galles, ai Mondiali, hanno conquistato un primato. I supporter britannici si sono comportati in modo impeccabile in Qatar e nessuno di loro è stato arrestato. Un dettaglio, che può sembrare normale, ma no, non è così. È la prima volta, infatti, che tutti i tifosi di Sua Maestà tornano in patria regolarmente, senza aver causato problemi. Miracolo? Non esattamente. L’assenza totale, o quasi, di alcool nel Paese del Medio Oriente è stata la chiave. 

Mondiali, zero arresti tra i tifosi britannici

Nessun tifoso di Inghilterra o Galles è stato arrestato durante il Mondiale Fifa, competizione a cui hanno partecipato entrambe le nazioni. Il capo della polizia metropolitana Mark Roberts ha elogiato i sostenitori britannici, che hanno seguito le due squadre in Qatar, per il loro “comportamento esemplare”. Circa 4 mila tifosi inglesi e 3 mila tifosi gallesi si sono recati in Medio Oriente per dare il loro sostegno alle rispettive nazionali. 

mondiali

Il Galles, che non partecipava ai Mondiali dal 1958, è stato eliminato nella fase a gironi mentre l’Inghilterra di Gareth Southgate è arrivata ai quarti di finale, salvo poi essere eliminata dalla Francia. I Tre Leoni, così come Gareth Bale e compagni, sono tornati in patria e, per la prima volta, sono rientrati anche tutti i tifosi. Zero arresti tra i sostenitori britannici ai Mondiali, una notizia che l’’ufficiale capo della polizia del Regno Unito ha accolto con piacere. 

Roberts, ai microfoni della BBC, ha spiegato che la scarsità di alcool è stata sicuramente un fattore chiave. I tifosi si sono comportati bene perché sobri. In molti Paese del Medio Oriente è vietata la vendita di alcolici. Durante il torneo, si è fatta un’eccezione, ma la disponibilità di alcool era comunque molto limitata. 

Il capo della polizia: “Prima volta che accade”

Niente alcool, niente problemi: il calcio non è tornato a casa, ma i tifosi sì. Gran parte dei problemi del passato, sostiene il capo della polizia, sono stati causati proprio dall’ubriachezza: Bisogna fare i complimenti a quelli che sono partiti. Nel 2018 c’erano stati tre arresti, ma stavolta, avendo due squadre nel torneo abbiamo giocato quasi il doppio delle partite, compreso il derby tra le due squadre. Il che sottolinea l’ottimo comportamento dei tifosi. Sarebbe sbagliato attribuire questo comportamento eccellente solo alle restrizioni sull’alcol, ma penso che abbia aiutato”. 

La Coppa del Mondo non è arrivata, ma il record sì: “Di solito ai Mondiali qualche tifoso britannico viene sempre arrestato. Ma questo zero, non lo avevamo mai visto”. Zero arresti in Qatar, ma non nel Regno Unito. In totale, oltremanica, ci sono stati 115 fermi durante la fase finale del torneo, la maggior parte dei quali in luoghi in cui venivano trasmesse le partite.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA