Adani commenta la mancata telecronaca della finale del Mondiale

Nel bene e nel male uno dei grandi personaggi italiani di questo Mondiale è stato il commentatore tecnico della Rai Lele Adani. Le sue telecronache ricche di enfasi e pathos hanno suscitato reazioni discordanti da parte degli spettatori: c’è chi lo ha amato e si è sentito completamente coinvolto dal suo modo di raccontare le partite e chi invece ne ha criticato l’eccessivo trasporto, soprattutto quando in campo c’era l’Argentina ed il suo numero 10 Leo Messi. In un’intervista al Corriere della Sera, l’ex difensore ha parlato della sua esperienza in Qatar, spegnendo anche le polemiche sulla mancata “convocazione” per la finalissima.

Le cronache di Adani

Adani ha spiegato cosa lo spinge a raccontare le partite alla sua maniera: “I telespettatori vogliono emozioni“, ha detto al Corriere, tagliando corto poi riguardo la fatidica domanda sulla mancata finale: “Mi hanno insegnato che quando il mister ti manda in panchina non si chiede mai perché“. Poi ha precisato: “Non era previsto che commentassi la finale. Ho fatto 14 telecronache. Un’esperienza stupenda; già mi manca. Una grande spedizione: Donatella Scarnati, Alessandro Antinelli e tutti gli altri hanno fatto un lavoro straordinario“.

Bizzotto Adani
Adani e Bizzotto

La polemica con Allegri

L’ex difensore ha poi parlato di Allegri, da lui più volte “beccato”: “Non ce l’ho con lui. Per due volte ci ho interagito, per due volte si è tolto l’auricolare e se n’è andato. Non si è evoluto. Lo farà, ne sono certo. Per ora, non mi piace come gioca e non mi piace come parla. Corto muso… Allegri non ha capito che il calcio contemporaneo deve dare emozioni”. Poi sulla BoboTV“È rivoluzionaria. Mi sa che qualche suo collega giornalista la patisce un po’. Cassano è un generoso. Siete voi che volete sempre ridurlo al trash. L’avete preso in giro quando disse che Julian Alvarez era meglio di Haaland; e adesso Alvarez è la sorpresa del Mondiale…”.

adani-telecronaca-argentina-francia

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA