QATAR 2022 – Messi e i suoi fratelli: ecco la top 11 del Mondiale

Si è concluso domenica uno dei mondiali più divertenti della storia, che ha visto Messi sollevare la coppa davanti al compagno al Psg Mbappé, la Croazia di Modric arrivare terza battendo nella finalina il Marocco dei miracoli. È stato un torneo combattuto e pieno di sorprese, con tanti giocatori che hanno brillato sotto ai riflettori degli stadi del Qatar; ma chi sono stati i migliori undici del torneo? Abbiamo provato a stilare la squadra ideale e la selezione è stata combattuta, tesa fino all’ultimo – come il mondiale, insomma.

PORTIERE E DIFENSORI

Emiliano Martinez – Il portiere dell’Argentina resta in bilico fino al 123′ della finale, quando in rapida successione fa la parata più importante del mondiale su Kolo Muani, ipnotizza i tiratori francesi e non contento esulta sul palco delle premiazioni, in mondovisione, come faremmo noi mezzi ubriachi dopo la partita di calcetto del giovedì. Epico.

Emiliano Martinez
L’esultanza sobria di Emiliano Martinez dopo la vittoria del Mondiale

Achraf Hakimi – La solita freccia sulla fascia destra, rimane una spinta costante per il Marocco e una sicurezza in difesa. Se la sua nazionale diventa la prima squadra africana della storia a raggiungere una semifinale ai mondiali, il merito è anche il suo. Ma essere tra i migliori in campo non gli basta, riesce a far parlare di sé anche fuori dal campo per la sua contestazione all’arbitraggio emulando le famose manette di Mourinho. Capopopolo.

Joško Gvardiol – Miglior difensore del torneo, anche perché con quella maschera terrorizza tutti gli attaccanti che gli passano accanto, tranne sua maestà Leo Messi, l’unico giocatore che a questo mondiale ha fatto più paura di lui. Blocca, riparte, gestisce e segna pure. Ed è anche un 2002.

messi-contro-la-croazia
Gvardiol rincorre Messi in Argentina Croazia

Theo Hernandez – Arrogante al punto giusto, prende il posto di suo fratello infortunato e rende sua la fascia sinistra, creando una combo con Mbappè devastante. Segna un gol importante in semifinale e realizza due assist in tutto il torneo. Si conferma il miglior terzino sinistro del mondo e pensare che Deschamps l’avrebbe lasciato volentieri a fare le radici in panchina…

CENTROCAMPISTI

Sofyan Amrabat – Se il Marocco è stata la sorpresa del mondiale in Qatar, tanti meriti vanno al centrocampista della Fiorentina, che ha annullato chiunque gli si presentasse davanti, facendo diga davanti alla difesa. Corre più di tutti, recupera palloni più di tutti, tocca la palla più di tutti. Gasa la sua squadra e tutta una nazione. Il suo recupero su Mbappé nella semifinale contro la Francia è da fomento. Rocco Commisso si starà sfregando le mani…

Amrabat festeggia una vittoria del Marocco a Qatar 2022

Luka Modric – Inevitabile non commuoversi se si pensa che questo è stato il suo ultimo mondiale, in cui, come sempre ,si è distinto per tecnica e visione di gioco. Da capitano della Croazia, porta la sua squadra a salire sull’ultimo gradino del podio e chiude con il sorriso una carriera sfavillante e ricca di successi. Maestro.

Antoine Griezmann – Le petit diable si sacrifica per la squadra e diventa l’uomo in più di questa Francia: recupera palloni, detta i ritmi e sforna assist. Griezmannkantè gioca a tutto campo ma con la classe che lo contraddistingue, trovando forse una seconda giovinezza.

Enzo Fernandez – Gioca con la garra argentina e nonostante sia un 2001 gli vengono consegnate le chiavi del centrocampo argentino. Sempre nel fulcro del gioco, sempre a lottare, il centrocampista scuola River porta a casa il premio come miglior giovane e la soddisfazione del gran gol contro il Messico.

ATTACCANTI

Julian Alvarez – Uno di quelli che fino all’ultimo non sapeva se sarebbe entrato in questa classifica, incalzato da un grande Giroud, ma la vittoria dell’Argentina e la grinta che ha messo in campo lo fanno entrare di diritto in questa top 11. Scalza nelle gerarchie Lautaro ed eredita la maglia che sarebbe dovuta essere del Kun Aguero, senza farlo rimpiangere. Sotto la guida di Guardiola al Manchester City potrà crescere ancora. Sarà sicuramente lui la stella della Seleccion per i prossimi anni.

julian-alvarez-e-messi
Julian Alvarez con Leo Messi, protagonisti assoluti del Mondiale

Kylian Mbappé – Capocannoniere del mondiale, tripletta in finale, il più giovane a segnare in due finali mondiali e in più ha anche resistito all’impulso di spingere via Macron dal palco. Se dall’altra parte non ci fosse l’altro 10, Kylian sarebbe stato il miglior giocatore di questo mondiale, oltre che del mondo. Ma come ha detto anche lui, ci saranno altre occasioni.

mbappé-gol-in-argentina-francia
Mbappé autore di una tripletta contro l’Argentina in finale del Mondiale

Lionel Messi – Doveva finire così. Doveva soffrire, perdere la prima contro l’Arabia Saudita, soffrire contro l’Olanda, soffrire in finale, per poter festeggiare l’ultimo trofeo rimasto da vincere, per scrivere il giusto finale d’amore della sua storia con il calcio. È stato dominante e travolgente in tutte le partite, ha portato in spalla l’Argentina alla vittoria del terzo mondiale e si è finalmente tolto da dosso l’ombra di Maradona. Perché ora non è più sotto, ma accanto a Diego nei cuori degli argentini e di tutti gli appassionati di calcio. GOAT.

La nazionale Argentina festeggia la vittoria in Qatar 2022
Leo Messi alza la Coppa del Mondo

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA