Argentina campione, De Paul sapeva tutto già a Settembre: il biglietto scritto a Messi

Dopo 36 anni di lunga attesa e delusioni cocenti, l’Argentina è tornata sul tetto del mondo trionfando in Qatar dopo un’epica finale con la Francia vinta solo ai calci di rigore. Nel paese sudamericano tantissimi tifosi speravano nella vittoria, ma nnessuno aveva la certezza di poter portare a casa la coppa. Nessuno tranne…Rodrigo De Paul, che in tempi non sospetti aveva scritto un biglietto e lo aveva lasciato nella stanza di Leo Messi prevedendo il trionfo dell’Albiceleste.

de paul

Profeta De Paul

La vittoria mondiale dell’Argentina ha fatto esplodere di gioia un intero popolo che ama e vive di calcio 365 giorni l’anno. La squadra allenata da Scaloni era una delle grandi favorite per il torneo, ma in molti vedevano compagini come Brasile o Francia superiori all’Albiceleste. Probabilmente la differenza l’hanno fatta le motivazioni, con gli argentini che hanno messo in campo una grinta e una determinazione nettamente superiore a tutti gli avversari. Una vittoria sofferta, cercata, ma non per tutti scontata. Anche se c’era chi, come Rodrigo de Paul, già a Settembre profetizzava il successo dei suoi: un biglietto scritto dal centrocampista dell’Atlètico e consegnato a Messi mostra infatti che per lui il trionfo non è mai stato in dubbio.

De Paul e Messi

Il biglietto

Il biglietto scritto da De Paul risale come detto a Settembre, ai giorni in cui l’Argentina era impegnata nelle amichevoli internazionali contro Honduras e Jamaica in preparazione alla kermesse qatariota: “Sono Rodrigo De Paul (7). È il 18/09/2022. Firmo questo documento e dico che tra due mesi andremo a vincere la Coppa del Mondo“, si legge nel ‘pizzino’. Una sorte di promessa dell’ex centrocampista dell’Udinese al suo capitano Leo Messi. In quel periodo in pochi pensavano che la Selecciòn sarebbe realmente riuscita nell’impresa, ma evidentemente il buon Rodrigo non ha mai avuto dubbi a riguardo.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA