Calhanoglu: “Il Milan è il passato, l’Inter e Inzaghi mi hanno cambiato. Ora sono più forte”

Con la maglia dell’Inter, Hakan Calhanoglu sembra aver trovato una seconda giovinezza. In stagione il turco ha finora collezionato 20 presenze condite da tre gol, due in campionato e uno (a San Siro contro il Barcellona) in Champions League. I nerazzurri, che lo scorso anno si sono visti sottrarre lo Scudetto dal Milan, sono quinti in campionato a 11 punti dal Napoli capolista. A dispetto di un distacco apparentemente incolmabile, però, il 10 dell’Inter si è detto fiducioso per la conquista del titolo.

Hakan Calhanoglu in azione con la maglia dell’Inter

Calhanoglu sulla lotta scudetto

Nella giornata odierna il centrocampista turco si è raccontato in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, nel corso della quale ha analizzato il momento dell’Inter: Scudetto? Possiamo farcela, il campionato è lungo e abbiamo le qualità per realizzare la rimonta. Quella contro il Napoli, dopo la sosta, sarà subito una partita decisiva”. Calhanoglu ha poi detto la sua sul nuovo ruolo: “Fino all’anno scorso non avevo abbastanza cattiveria, ero un trequartista elegante ma molto leggero. Questa nuova posizione in campo mi ha permesso di tirare fuori più grinta e voglia di lottare per la squadra“.

Calhanoglu e il rapporto con Inzaghi

Nel corso dell’intervista, Calhanoglu è intervenuto in merito al suo rapporto con il tecnico nerazzurro Simone Inzaghi: Il mister mi ha dato fiducia fin dal primo giorno, ha voluto fortemente il mio arrivo all’Inter e con lui ho un ottimo rapporto. Qui sto bene, mi sono sentito importante da subito e con questa maglia voglio levarmi grandi soddisfazioni“. Quindi una chiosa sul Milan: “Un club che rispetto molto ma che fa parte del mio passato, mi sono congratulato con i rossoneri per lo Scudetto ma adesso penso solo all’Inter“.

L’abbraccio tra Hakan Calhanoglu e il tecnico nerazzurro Simone Inzaghi

Calhanoglu, sogno Champions

Hakan Calhanoglu non si pone limiti e sogna in grande. Il turco ha posto l’accento sull’importanza del duro lavoro: “Mi sto allenando tanto e duramente, sto lavorando con sacrificio per essere al meglio alla ripresa della stagione“. Stagione, quella nerazzurra, in cui spicca la qualificazione agli ottavi di Champions League (da seconda, dietro il Bayern Monaco) a spese del Barcellona: “Abbiamo superato un girone difficile dimostrando di potercela giocare con tutti. La Champions è un sogno e credo che abbiamo le carte in regola per arrivare in fondo e vincerla.

Hakan Calhanoglu in gol contro il Barcellona a San Siro

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA