Tottenham, allenamenti sempre più intensi e al buio: “A Conte non importa se hai freddo o se ti senti male”

Antonio Conte, nelle ultime settimane, ha messo alla prova il suo Tottenham. Mentre la maggior parte delle squadre di Premier League, durante la pausa, si è trasferita verso climi più soleggiati per prepararsi alla seconda parte della stagione, la squadra del tecnico salentino è rimasta nella centro sportivo di Enfield, a nord di Londra. Allenamenti al freddo dunque per gli Spurs, ma non solo. Temperature sotto lo zero, sessioni sempre più intense e al buio. 

Tottenham: allenamenti al buio, al freddo e sempre più intensi

Le squadre inglesi torneranno presto in campo e il Tottenham di Conte, nelle ultime settimane, si è allenato al buio e al gelo con un unico obiettivo: essere al top della forma prima del ritorno della Premier League.

conte sbotta contro i giornalisti inglesi

A rivelarlo è stato Dejan Kulusevski, che ha ammesso che le sessioni sono state più difficili di quelle del pre-campionato: “È stato come un altro pre-campionato – ha detto lo svedese – Abbiamo semplicemente lasciato tutto e ricominciato dall’inizio con un duro lavoro e solo un sacco di corsa e palestra. Penso che sia stato un po’ più difficile del pre-campionato. Abbiamo fatto molta corsa, molta palestra. È stato molto intenso. Abbiamo corso tanto al buio ma ci siamo divertiti. A volte la luce non funziona, quindi sai che devi correre al buio”.

Conte, a metà novembre, ha concesso ai suoi giocatori una breve pausa. Quando gli Spurs sono tornati a Londra, però, il tecnico si è concentrato subito sulla loro forma fisica. Le sue sessioni di corsa possono essere notoriamente dure, come testimoniato durante il tour pre-campionato in Corea del Sud quando Harry Kane ha vomitato in campo e Son Heung-min è crollato esausto. 

Kulusevski

Kulusevski: “Con Conte devi solo lavorare”

Kulusevski sottolinea che per l’ex Juventus conta solo il lavoro: A Conte non importa niente, devi solo lavorare. Non importa se hai freddo o se stai male. Non importa se è buio o se piove, devi solo lavorare ed è così che dovrebbe essere”.

Il brutale allenamento di Conte

Lo svedese è rimasto fermo più di un mese a causa di un infortunio rimediato in nazionale a settembre. Ora, però, è in ottima forma e dovrebbe scendere in campo già nella trasferta contro il Brentford del 26 dicembre: “Mi aspetto risultati migliori rispetto ai primi mesi della stagione. Possiamo fare di meglio e abbiamo lavorato, quindi ora è il momento di mostrare cosa abbiamo fatto. Abbiamo tanti giocatori di qualità che possono fare ancora di più”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA