Quando Pelè vide Stallone e fece cambiare il finale di ‘Fuga per la vittoria’

A 4 giorni dalla morte, mentre la sua salma è esposta per la veglia funebre nello stadio del Santos, inevitabilmente si continua a parlare di Pelè e dei tanti aneddoti della sua carriera dentro e fuori dal rettangolo verde. Ed in un’intervista ad As, Osvaldo Ardiles, ex campione del mondo con l’Argentina che con O’Rei ha condiviso il set del celeberrimo ‘Fuga per la vittoria’, ha raccontato tante storie relative a quella pellicola ed anche un succulento retroscena riguardante la leggenda brasiliano ed il mitico Sylvester Stallone.

Ardiles, Pelè e ‘Fuga per la vittoria’

Ardiles ha dapprima raccontato al quotidiano spagnolo cosa succedeva durante e dopo il set: “Siamo stati un mese e mezzo a Budapest ed è stato veramente bellissimo. Ogni giorno quando finivamo di girare non c’era moltissimo da fare, quindi ci mettevamo a parlare di calcio in quelli che chiamavamo “torelli“, che a volte duravano anche fino alle 3 del mattino”, ha spiegato l’argentino. Torelli catalizzati naturalmente da O’Rei: “Ovviamente facevamo tutti molte domande a Pelè, che ci ha raccontato tantissimi aneddoti. È stato veramente un piacere“.

Pelè Fuga per la vittoria
Fuga per la vittoria 1981

Stallone e il finale cambiato

L’ex giocatore del Tottenham ha poi rivelato un retroscena riguardante la sceneggiatura del film, che avrebbe dovuto avere un finale piuttosto inverosimile che fu poi cambiato per volontà dello stesso Pelè. E per l’incapacità di Stallone di giocare a calcio: “Il copione prevedeva che dopo aver parato il rigore, che avevo causato io, Stallone doveva prendere il pallone, dribblare tutti i tedeschi e segnare“, ha spiegato Ardiles. “Ma Bobby Moore e Pelé dissero che era impossibile, perchè Stallone non sapeva neanche controllare il pallone. Era domenica, dovevamo finire di girare a tutti i costi e quindi alla fine è stato modificato il copione“.

Fuga per la vittoria 1981

Oltre al fantomatico dito rotto dalla leggenda brasiliana al Rocky del grande schermo dunque, un altro sfizioso aneddoto di una pellicola che per gli amanti del genere è un vero e proprio cult.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA