Vince una scommessa da 17k € ma ne incassa solo 700. La clamorosa spiegazione dei Bookmakers

Come è noto, la nazionale argentina ha vinto i Mondiali di Qatar 2022 e, contestualmente, Leo Messi ha vinto nel suo last dance. Pur risultando tra le grandi favorite ai nastri di partenza, la concorrenza per la vittoria finale era più che spietata, alla luce della presenza di tante nazionali con le carte in regola per conquistare la tanto agognata coppa. Una considerazione, quest’ultima, che non ha minimamente influenzato Liam Manifold, un 30enne inglese che poco prima dell’inizio della manifestazione ha piazzato una scommessa da capogiro. Peccato che quando sia poi andato a incassare abbia avuto una brutta sorpresa.

La scommessa da urlo di Liam Manifold

Lo scommettitore britannico ha infatti creduto fin dall’inizio nel trionfo dell’Argentina, ma non è tutto. La scommessa da lui piazzata l’11 novembre, 9 giorni prima dell’inizio dei Mondiali, prevedeva inoltre che l’Albiceleste disputasse la finale contro la Francia e, contestualmente, l’incoronazione di Lionel Messi come miglior giocatore del torneo. Una combo da urlo che, una volta presentata alla ricevitoria Coral (terzo bookmaker del Regno Unito), ha generato una quota totale pari a 1.495/1. Il tutto, unito alle 10 sterline (11,32 euro) puntate dal 30enne, avrebbe fruttato una vincita di 14.950 sterline, circa 17.000 euro.

La scommessa piazzata da Liam Manifold, 30enne inglese nella foto

L’amara scoperta sulla scommessa

Un sogno, quello di Liam Manifold, che domenica 18 dicembre è diventato realtà, ma una realtà all’insegna dell’amarezza. Recatosi presso la ricevitoria per riscuotere la vincita, infatti, al 30enne inglese sono stati pagati solo 620 sterline, poco più di 700 euro. Il motivo? La scommessa, così come piazzata da Liam, non avrebbe potuto essere accettata alla luce di un’incongruenza tra gli eventi giocati. “Si tratta di eventi strettamente correlati tra loro – ha riferito Coral e i valori di vincita offerti non possono essere inseriti in una multipla”.

Il bookmaker inglese ha poi fatto presente di aver pagato l’evento con il prezzo più alto: “Abbiamo pagato la scommessa relativa alla finale tra Argentina e Francia, quotata 22/1. Quindi abbiamo applicato il prezzo dell’Argentina vincente (10/11) e, una volta concretizzatosi il successo dell’Albiceleste, abbiamo applicato la quota 1/2 su “Messi miglior giocatore del torneo”.

Una ricevitoria di scommesse Coral

“Se c’era un errore non dovevano accettare la scommessa”

La posizione della Coral consiste nel sostenere che, una volta raggiunta la finale dalle due nazionali in questione, le probabilità di successo dei sudamericani sono notevolmente aumentate rispetto all’inizio. Allo stesso modo, nel momento in cui l’Argentina si è laureata Campione del Mondo, era nettamente più probabile che Messi venisse eletto miglior giocatore del Mondiale.

Una spiegazione che, dal canto suo, Liam non ha però digerito: “Quando ho piazzato la scommessa non mi è stato presentato nessun problema, se c’era un errore non avrebbero dovuto accettare la mia giocata, è colpa loro e non mia“. Liam, che ha provato la strada del reclamo ufficiale senza successo, ha riferito di essersi rivolto a un comitato indipendente e di essere in attesa di una risposta. Nel frattempo, il giovane ha condiviso la foto della scommessa in un post pubblicato su Facebook, invitando gli utenti a farla girare sul web. Dopotutto, si sa, chi gioca deve fare i conti con la possibilità di perdere ma, perdere così, specie dopo aver virtualmente vinto, fa davvero male.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA