L’ammissione di Son: “Con la maschera a volte non vedo il pallone, ma mia madre…”

La stagione di Son Heung-min non è stata finora quella che il Tottenham e lo stesso coreano si aspettavano. Il classe ’92, reduce da ben 24 goal messi a segno nella scorsa annata, è stato però fermato ad inizio Novembre da un brutto infortunio rimediato all’orbita dell’occhio che ha anche rischiato di fargli saltare il Mondiale in Qatar. Tornato in campo in tempi record dopo l’operazione, Son è costretto a giocare con una maschera protettiva che lui però mal sopporta. Ha spiegato infatti che in determinate situazioni gli impedisce di vedere il pallone influenzando inevitabilmente il suo gioco. Tuttavia non può esimersi dall’indossarla, altrimenti sua mamma…

La difficile convivenza di Son con la maschera

Nel 4-0 del Tottenham al Crystal Palace Son ha messo a segno la sua quarta rete stagionale e in vista della sfida di FA Cup contro il Portsmouth ha parlato del suo infortunio, ed in particolare di quanto la maschera che indossa condizioni il suo rendimento: “Non è la stessa cosa di quando gioco senza“, ha spiegato. “La mia visione è buona, ma quando la palla viene verso di me a volte è fastidioso perché non riesco a vederla. Non mi dà davvero fastidio, ma non è il massimo“. Per questo nella partita precedente contro l’Aston Villa si era tolto d’improvviso il dispositivo protettivo: “Ero arrabbiato, ad un certo potuto ho perso la palla perché non la vedevo“.

Son Heung-min

Una mamma preoccupata

Fosse per il coreano giocherebbe sempre senza maschera: “Se fossi da solo giocherei senza, ma mia madre, la mia famiglia e i miei amici che mi guardano in Corea del Sud sono tutti preoccupati. Ovviamente, è un rischio se qualcuno mi colpisce di nuovo“. Dopo che contro i Villains si era tolto la protezione in famiglia non l’hanno presa benissimo: “I miei genitori non mi dicono di indossarla, ma mentre stavamo cenando dopo la partita mi hanno detto ‘Che fine ha fatto la maschera?’. Sono preoccupati. E i medici dopo la partita contro hanno detto ‘Decidi tu, ma ti consigliamo di indossarla ancora, perché il rischio è ancora alto, perché sono passate solo sette settimane dall’operazione’“.

Son Tottenham

E poi, se la togliesse, chi la sentirebbe la mamma?

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA