Il presidente della Federcalcio Francese Le Graet di nuovo nella bufera

Prima le accuse risalenti allo scorso Settembre riguardo presunti festini organizzati con i soldi della federazione; poi le recenti dichiarazioni oltraggiose riguardo la possibilità di Zinedine Zidane di diventare Ct della Nazionale; adesso nuove, pesantissime accuse di molestie sessuali lanciategli da Sonia Souid, agente di calciatori e calciatrici. Continua la bufera mediatica contro il presidente della Federcalcio Francese Noel Le Graet, la cui posizione adesso è sempre più in bilico.

Ancora guai per Le Graet

Nuove, pesantissime accuse cadono sulla testa del numero uno della Federcalcio Francese Noel Graet, già nella bufera per alcune recenti ed inopportune dichiarazioni riguardanti Zinedine Zidane. A puntare il dito contro il dirigente stavolta, è stata l’agente di calciatori e calciatrici Sonia Souid, che in un’intervista rilasciata a L’Equipe ha dichiarato di aver ricevuto pressanti avances sessuali: “Mi ha invitato nel suo appartamento, quando sono arrivata c’era lo champagne. Sono abbastanza sorpresa ma resto“, ha raccontato. “Parliamo di calcio femminile, poi mi dice chiaramente che se fossimo stati più vicini, le mie idee si sarebbero concretizzate. In quei quattro anni, il presidente della Federazione ha flirtato con me ogni volta”.

Sonia Souid

“Crede che tutto sia permesso”

“Mi chiedeva di vederci – continua la Souid – mi invitava a casa sua, è successo non so quante volte; l’unica cosa che voleva è che condividessimo il letto, mi vedeva solo come ‘due tette e un culo‘. Psicologicamente è stato molto difficile e sono rimasta delusa. Il mio presidente dovrebbe essere esemplare e lui non lo era. Dimissioni? È una persona molto sicura di sé, crede che tutto sia permesso. Quando lo sentiamo parlare, abbiamo davvero l’impressione che sia il re e che la Federcalcio francese sia il suo regno. Si sente intoccabile.

Le Graet
Noel Le Graet

Macron ne ha abbastanza

E secondo quanto riportato da RMC Sport le continue polemiche create attorno al nome di Le Graet avrebbero stancato anche il presidente francese Macron, il quale starebbe pensando di allontanarlo dal suo ruolo di numero uno della Federcalcio transalpina. Il nome forte per la sua successione, un po’ a sorpresa, è quello di Michel Platini, da poco scagionato dalle accuse di frode ai danni della Fifa.

Macron

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA