Inghilterra, Gibbs-White esulta provocando i suoi ex tifosi: scoppia una maxi rissa in campo

Nei quarti di finali della Carabao Cup si sono scontrati Nottingham Forest e Wolverhampton La partita, intensa ed equilibrata, ha visto le due squadre finire sul risultato di 1-1 i tempi supplementari. Ai rigori il Nottingham Forest ha avuto la meglio sugli avversari, approdando così in semifinale dove incontrerà il Manchester United.

Gibbs-White mentre firma il contratto con il Nottingham Forest sorride per i tifosi
Gibbs-White mentre firma il contratto con il Nottingham Forest. È stato comprato dal Wolverhampton per 25 milioni

Proprio al termine dei calci di rigore, però, un brutto episodio ha macchiato la partita. Il protagonista è stato Morgan Gibbs-White, ex giocatore del Wolverhampton ora in forza nella squadra di Nottingham. Il giocatore inglese qualche giorno fa era già diventato virale sui social a causa di un video postato dalla sua ragazza, in cui il calciatore viene preso in giro perché non riusciva a risolvere un cubo di Rubik.

Gibbs-White esulta contro la sua ex squadra

A questo giro però è stato protagonista di un episodio di tutt’altro livello. Il centrocampista classe 2000, presentatosi sul dischetto durante la lotteria dei rigori, ha realizzato il calcio dal dischetto e, invece di limitarsi, è andato davanti allo spicchio dei suoi ex tifosi del Wolverhampton e ha esultato tappandosi le orecchie con le dita. I tifosi dei Wolves, già caldi dalla partita tesa, si sono risentiti e hanno riempito il calciatore di insulti.

Ma l’episodio non si limita a questo gesto. Anche altri compagni di Gibbs-White hanno imitato il gesto del centrocampista, su tutti il portiere Henderson, che ha pagato due rigori ai giocatori avversari.

A fine partita parte la rissa

Finita la partita con la vittoria del Nottingham Forest, in campo è iniziata una lotta. I calciatori del Wolverhampton non hanno preso bene le esultanza degli avversari e si sono scagliati contro i giocatori in maglia rossa. Si è scatenata dunque una rissa tra i calciatori. Sono dovuti intervenire gli steward dello stadio che, insieme ai membri di entrambe le panchine, hanno allontanato i giocatori delle due squadre e hanno ripristinato la calma.

Di Gibbs-White, reo di aver istigato la sua ex squadra, non si può dire che se ne sia andato via da Wolverhampton senza rancore.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA