Calhanoglu si vendica con il Milan: “3-0 e a casa. È il karma”

Nella notte di Riyad l’Inter travolge il Milan per 3-0, portando a casa la sua settima Supercoppa Italiana. Il derby della Madonnina ha visto una sola squadra in campo, che ha dominato la formazione rossonera, decisamente sottotono ieri sera.

Grandi festeggiamenti dunque in casa Inter, con la doppia gioia di vincere un trofeo e di battere i cugini milanisti. Uno dei giocatori che più ha festeggiato è stato Hakan Calhanoglu.

Calhanoglu festeggia insieme ai compagni dell'Inter
Calhanoglu festeggia la vittoria della Supercoppa insieme ai giocatori dell’Inter

La vendetta di Calhanoglu

L’ex giocatore del Milan, passato all’Inter nel 2021 e criticato molto dai tifosi rossoneri, ha esultato in modo particolare la vittoria nel derby, togliendosi qualche sassolino che da troppo tempo gli dava noia, precisamente dallo scorso maggio. Infatti quando il Milan vinse il campionato, i suoi ex tifosi e ex compagni, in particolar modo Zlatan Ibrahimovic, dissero certe cose sul calciatore turco che a Calhanoglu proprio non sono andate giù. E così, avendo sollevato la Supercoppa davanti ai milanisti affranti per la sconfitta brutta oltre che pesante, il turco ha voluto regolare i conti: “Questa vittoria è molto importante, e per me ancora di più. Sono contento e ringrazio i compagni e i tifosi che sono venuti fin qua. Abbiamo dimostrato di essere superiori: 3-0 e tutti a casa. Non si può dire tanto”.

Calhanoglu esulta portandosi le mani dietro le orecchie
Calhanoglu esulta con le mani dietro le orecchie

Calhanoglu ha poi voluto ribadire quanto l’atteggiamento di certe persone nelle celebrazioni post scudetto gli abbiano dato fastidio: “Avevo una grande voglia di rivincita. In quei momenti ho preferito stare zitto. Era pesante per me vedere certe cose che non mi aspettavo. Il karma torna”.

Il centrocampista dell’Inter ha poi alzato il livello delle dichiarazioni: “Avevamo fame e li abbiamo mandati a casa velocemente. Abbiamo mangiato il Milan e ora ci devono rispettare”.

Una serata da ricordare dunque per Calhanoglu e per tutto il mondo interista. Mentre la squadra di Pioli deve farsi molte domande dopo la prestazione deludente e sui possibili futuri effetti del karma.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA