Caso plusvalenze, Gasperini: “Noi facciamo quelle vere. Così il campionato è poco credibile”

Nella serata di ieri, al fischio finale del match tra Juventus e Atalanta, terminato sul punteggio di 3-3, Gian Piero Gasperini ha detto la sua in merito alla sentenza inflitta al club bianconero. Nella fattispecie, il tecnico dei bergamaschi ha analizzato la situazione dicendosi pressoché contrario alle penalizzazioni a campionato in corso. Quindi una considerazione sul tema plusvalenze.

Gian Piero Gasperini durante Juventus Atalanta

Gasperini sull’Atalanta

Al termine della sfida dell’Allianz Stadium Gian Piero Gasperini è intervenuto ai microfoni di Dazn e ha elogiato i suoi: “Quella di quest’anno è un’Atalanta diversa, una squadra che sta crescendo ulteriormente grazie alla freschezza dei giovani e che mi sta dando grandi soddisfazioni. Domenica dopo domenica proviamo a giocarcela con tutti, anche con le squadre più forti di noi. I nostri obiettivi li abbiamo sempre conquistati strada facendo, non vogliamo nasconderci“. Quindi, sulla lotta Champions: “La nostra classifica è buona, se siamo lì vuol dire che possiamo giocare per un posto in Europa ma è ancora lunga”.

Gasperini: “Plusvalenze? Quelle vere

Nel corso dell’intervista, l’allenatore dell’Atalanta è poi intervenuto in merito alle plusvalenze realizzate dalla società bergamasca: “Quelle vere” ha chiosato il Gasp facendo riferimento alle valutazioni fittizie messe in piedi da altre società e alla capacità del club orobico di vendere, a peso d’oro, giocatori pagati poco e poi fatti crescere fino a raggiungere valori importanti. In merito alla penalizzazione inflitta alla Juventus, il tecnico ha poi proseguito: “Non sono d’accordo sugli stravolgimenti di classifica a stagione in corso, in questo modo i campionati diventano poco credibili“.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA