Il retroscena: Juve, Mckennie ha chiesto la cessione dopo la penalizzazione

Quello che sta attraversando la Juventus, allo stato attuale, è un momento estremamente delicato. Come è noto, nelle scorse settimane i bianconeri sono stati penalizzati di 15 punti in classifica e, in tal senso, le conseguenze della sentenza si traducono in un 13esimo posto che vede gli uomini di Allegri lontani 15 lunghezze dalla zona Champions. Oltre a questo aspetto, però, la penalizzazione ha lasciato strascichi anche all’interno della rosa, come testimoniato dalla cessione di Weston McKennie.

Weston McKennie con la maglia della Juventus

McKennie al Leeds

Come è noto, negli ultimi giorni del mercato di gennaio Weston Mckennie ha lasciato la Juventus, trasferendosi al Leeds con la formula del prestito oneroso (1,5 milioni di euro), con diritto di riscatto fissato a 34,5 milioni. Il tutto fino a giugno 2023, per poi valutare il da farsi in vista della prossima stagione. In questa direzione, però, nelle ultime ore è emerso un particolare dal peso non indifferente.

Il centrocampista texano con la maglia

McKennie, richiesta di cessione

Stando a quanto riportato da Sportitalia, infatti, sarebbe stato proprio il centrocampista texano a chiedere la cessione al club alla luce dei 15 punti di penalizzazione, a testimonianza degli strascichi che la sentenza è destinata a lasciare. In questo senso, lo stesso McKennie si sarebbe attivato prendendo contatto con il tecnico del Leeds Jesse Marsch, suo connazionale. La notizia della richiesta di cessione arriva a pochi giorni dalle dichiarazioni del giocatore, al momento dell’arrivo in Inghilterra: “L’interesse del Leeds mi ha riempito l’orgoglio, giocare in Premier League è sempre stato il mio sogno“.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA