La Goal Line Technology dà il gol a Cabral, il Var glielo toglie: cosa è successo in Fiorentina-Braga

In Fiorentina-Braga Arthur Cabral aveva trovato il gol del 2-2, ma l’arbitro lo ha annullato nonostante la Goal Line Technology lo avesse convalidato.

Il gol fantasma di Cabral

Un episodio molto strano è successo nel corso di Fiorentina-Braga, match di ritorno di Conference League. Arthur Cabral stava esultando dopo che l’arbitro Bastien ha indicato l’orologio che gli segnalava il gol grazie alla Goal Line Technology.

Poi la gioia dell’attaccante è sfumata perché il Var ha richiamato l’arbitro a rivedere il gol al monitor e dopo una lunga revisione ha annullato la rete, nonostante la tecnologia avesse affermato che tutta la palla aveva varcato la linea e le immagini fornite dal Var non erano le migliori per poter verificare la posizione della palla.

Arthur Cabral con la Firoentina
Arthur Cabral in Fiorentina-Braga

La regia di Conference League, ovvero quella ufficiale della Uefa, ha poi mostrato il fotogramma della Goal Line Technology in cui si vede la palla oltre la linea, con la scritta gol.

I dubbi sulla decisione del Var

Rimane un mistero il perché Millot e Wattellier, i due addetti al Var, abbiano richiamato Bastien al monitor nonostante potessero contare sull’oggettività della GLT, che sfrutta 7 telecamere intono alla porta per avere la certezza che la palla ha oltrepassato del tutto la linea di porta, come appunto mostrano le immagini fornite dalla Uefa.

Cabral esulta con Bonaventura
Cabral e Bonaventura esultano dopo il gol del 3-2 segnato dal brasiliano

Un gol valido annullato per motivi misteriosi, ma che alla fine non ha manomesso la qualificazione della Fiorentina, che si presentava al Franchi forte del 4-0 con cui ha vinto a Braga e anche a Firenze ha trovato la vittoria per 3-2.

Il terzo gol tra l’altro lo ha segnato proprio Cabral che ha esultato mimando il gesto del Var per ironizzare sul gol annullato in precedenza. 

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA