Ex assistente Mou: “United avrebbe vinto il titolo se City avesse rispettato regole”

Il Manchester United dovrebbe avere un titolo in più in bacheca, o almeno questo è ciò che pensa l’ex assistente di Josè Mourinho, Ricardo Formosinho. Secondo il portoghese infatti, nella stagione 2017-18, i Red Devils avrebbero vinto la Premier League se solo i rivali Citizen avessero rispettato le regole. La rivalità tra i due club del nord ovest dell’Inghilterra è cosa ben nota e anche il 64enne che ha trascorso solamente due anni in casa United, non la dimentica. Formosinho è stato assistente di Mou per l’intero periodo all’Old Trafford tra il 2016 e il 2018. I due avevano già collaborato al Real Madrid e, quando l’anno scorso Mourinho ha assunto la guida del Tottenham, è entrato nuovamente a far parte del suo staff tecnico. Il 64enne ha lasciato l’incarico lo scorso agosto.

Ex assistente Mou: “United avrebbe vinto il titolo se City avesse rispettato regole”

Formosinho, in una recente intervista a Record, è tornato a parlare della stagione 2017-18. Stagione in cui i Red Devils avrebbero meritato di vincere il titolo. E lo avrebbero vinto, se solo il City non avesse infranto le regole del Financial Fair Play (FFP): “Non siamo stati i campioni, è vero ma abbiamo vinto l’Europa League, la Coppa di lega, la Supercoppa e siamo stati in lotta con il City che non ha seguito, come è stato provato in seguito, le regole del FPF. Li stavamo rincorrendo allora, con la verità sportiva dalla nostra, saremmo stati noi i campioni”. Lo United invece finì il campionato al secondo posto, a 19 lunghezze dal City, che ottenne il record di 100 punti in Premier League. 

Nel novembre 2018, dopo l’inchiesta Football Leaks del giornale tedesco Der Spiegel, è venuta a galla la vicenda sulle violazioni delle regole del Fair play finanziario. Nel febbraio di quest’anno, proprio a causa di queste violazioni, la Uefa aveva stabilito che la formazione di Guardiola non avrebbe potuto partecipare ad alcuna competizione europea per due stagioni. Tuttavia, a luglio il club è stato prosciolto e la squalifica è stata revocata. Il City inoltre ha visto la propria multa ridursi da 30 milioni di euro a 10 milioni di euro.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti